Gaffe di Ilaria Cucchi: “L’aeroporto di Firenze non va ampliato”. Ira del Pd: ci fa perdere il seggio

13 Set 2022 10:48 - di Davide Ventola
Ilaria Cucchi

Qualcuno nel Pd già si è pentito di avere candidato Ilaria Cucchi. La sorella di Stefano Cucchi è stata paracadutata da Roma nel collegio uninominale del Senato in Toscana, per Alleanza Verdi e Sinistra, boccia l’ampliamento dall’aeroporto di Peretola. Nell’incontro di ieri a Firenze ha detto chiaro e tondo: «La nostra idea sull’aeroporto è che non si tocca, non può essere ampliato». Come riporta Repubblica, a quel punto sono state ore di totale fibrillazione, telefoni bollenti, malumori e ira nella coalizione di centrosinistra.

Il seggio di Ilaria Cucchi era blindato: dopo queste parole, non più

La dichiarazione di Ilaria Cucchi, come riporta Il Tirreno, apre “una crepa improvvisa nella coalizione di centrosinistra, proprio nel collegio fiorentino dove la corsa sembrava blindata. Che adesso i dem temono possa scatenare un terremoto nei consensi e favorire l’asse Italia Viva-Azione. Prima il rigassificatore, ora l’aeroporto”.

Non a caso sono i renziani i più attivi. Inevitabile la polemica con Italia Viva che ha attaccato: «E’ ufficiale, il Pd è contro l’aeroporto». Anche il governatore Eugenio Giani ha espresso tutta la sua «sorpresa per le parole di Cucchi». Parole seguite da un tentativo serale di correggere il tiro dopo una telefonata con il sindaco Dario Nardella. In serata la candidata Cucchi è stata costretta a rimangiarsi praticamente quanto dichiarato la mattina: «Si vuole trovare un modo per dire che c’è attrito nella coalizione. E’ un tema delicato, su cui l’alleanza esprime forte criticità e su cui è necessario un coinvolgimento largo e partecipato del territorio».

Paracadutata da Roma in Toscana

«La nostra idea dell’aeroporto di Firenze è che non si tocca, che non può essere ampliato, e andremo avanti su questa linea», ha detto Ilaria Cucchi, a margine di una iniziativa al Caffè delle Murate, prima di andare a Sesto Fiorentino per un dibattito con il sindaco Lorenzo Falchi, da sempre in prima fila contro l’aeroporto di Peretola. «Io sono romana, non abito a Firenze, non abito in Toscana – ha osservato – ma mi vedrete molto spesso sia in questi giorni che dopo». Una promessa elettorale che da queste parti, dopo le parole improvvide sull’aeroporto, viene vista come una minaccia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA