Piero Angela, cordoglio bipartisan. Meloni: «E’ stato un grande divulgatore scientifico»

13 Ago 2022 15:00 - di Redazione
Piero Angela

Tanti i messaggi di cordoglio e di dolore per la scomparsa di Piero Angela. Tra i primi ad arrivare quello del Capo dello Stato, Sergio Mattarella: «Provo grande dolore per la morte di Piero Angela, intellettuale raffinato, giornalista e scrittore che ha segnato in misura indimenticabile la storia della televisione in Italia, avvicinando fasce sempre più ampie di pubblico al mondo della cultura e della scienza, promuovendone la diffusione in modo autorevole e coinvolgente». Mattarella nell’aprile del 2021 aveva nominato Angela Cavaliere della gran croce.

Piero Angela, Meloni: «Uno dei più famosi divulgatori scientifici»

«Esprimo le mie condoglianze – ha aggiunto Matterella – più sentite e la mia vicinanza alla sua famiglia, sottolineando che scompare un grande italiano cui la Repubblica è riconoscente». Uno dopo l’altro arrivano anche altri messaggi. «Profondo dolore e sincera commozione per la perdita di uno dei più famosi divulgatori scientifici che l’Italia abbia mai avuto. Riposa in pace, Piero Angela», ha scritto su Fb Giorgia Meloni.

Piero Angela, il cordoglio di Letta e Conte

Enrico Letta ha ricordato Piero Angela nel corso della Direzione Pd: «Credo che il nostro Paese è molto più povero da oggi». Dal canto suo, Giuseppe Conte ha scritto su Facebook: «Con Piero Angela se ne va una figura importante della cultura italiana. Una voce e una professionalità che per decenni hanno raccontato il mistero del nostro universo con sapienza, passione e dedizione». Mentre Matteo Renzi ha scritto su Twitter: «Dolore per la notizia, gratitudine per tutto ciò che ci ha insegnato. E per come l’ha fatto. Che la terra gli sia lieve».

Draghi: «Ha reso l’Italia un Paese migliore»

Mario Draghi ha sottolineato che «l’Italia è profondamente grata a Piero Angela. È stato maestro della divulgazione scientifica, capace di entrare nelle case di generazioni di italiani con intelligenza, garbo, simpatia. Le sue trasmissioni e i suoi saggi hanno reso la scienza e il metodo scientifico chiari e fruibili da tutti. Il suo impegno civile contro le pseudoscienze è stato un presidio fondamentale per il bene comune, ha reso l’Italia un Paese migliore. Piero Angela è stato un grande italiano, capace di unire il Paese come pochi. Ai suoi cari, le condoglianze del governo e mie personali».

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

SUGERITI DA TABOOLA