Occhio ai denti, ecco che cosa provocano il caldo e troppo sole nella stagione estiva

22 Ago 2022 9:12 - di Redazione
denti

Anche dopo Ferragosto in estate bisogna prendersi massima cura dei denti. Infatti, i problemi in bocca possono accentuarsi. «Molto spesso si pensa che, con la bella stagione, i guai dentali vadano anch’essi in vacanza. Purtroppo non è così. Il calore e l’esposizione al sole, possono provocare danni o peggiorare patologie già pregresse». Lo chiarisce Maurizi​o Cirulli, odontoiatra e docente all’Università di Chieti-Pescara.

L’estate, i denti e il problema infiammatorio cronico

Un problema infiammatorio cronico non avvertito può, ad esempio, riaccendersi e diventare acuto. Questo, per effetto dei raggi solari, con l’aumento della temperatura superficiale del corpo e soprattutto del viso. Comune inoltre la presenza di forti dolori dei denti per pulpite, ascessi dentali o parodontali. «Ma non solo», avverte Cirulli. « Il calore estivo potrebbe comportare, in denti cariati, un aumento della pressione della polpa dentale che, gonfiandosi, sfocia in pulpite».

La parodontite cronica, la cosiddetta “piorrea”,

«Un granuloma dentale, invece, è un’infiammazione cronica causata dalla sofferenza della polpa dentaria. Forma una piccola cisti a livello dell’apice radicolare. È un piccolo ordigno ad orologeria», spiega. Esplode «quando aumenta la carica microbica, diminuiscono le difese immunitarie. Oppure, molto frequentemente, aumenta la temperatura del viso, aumentando la vascolarizzazione e dando avvio ad una cascata di eventi che sfociano in un ascesso. Se si soffre di parodontite cronica, la cosiddetta “piorrea”, d’estate questa potrebbe acutizzarsi. E potrebbe dare origine ad infezioni con dolore o, nei casi più gravi, con la perdita del dente stesso».

I denti e l’intervento di chirurgia orale

Chi è stato sottoposto ad un intervento di chirurgia orale recente, deve stare ancora più attento. Deve evitare il surriscaldamento della parte operata ed ancora in via di guarigione. In questi casi, infatti – mette in guardia l’esperto – è ancora più importante evitare di esporsi al sole. Infatti, l’aumento della temperatura potrebbe causare un doloroso rigonfiamento del viso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA