Legge elettorale, Meloni svela l’inganno: «È un pretesto per allontanare le urne. Si voti subito»

12 Lug 2022 13:13 - di Redazione
Meloni

Non ha dubbi Giorgia Meloni: l’accartocciamento del governo Draghi era un esito prevedibile sin dalla sua nascita. Troppe forze eterogenee al suo interno e troppo vasto il programma, diventato addirittura altra cosa rispetto alla campagna vaccinale e alla messa in sicurezza dei fondi del Pnrr dell’inizio. Quanto sta avvenendo, con le fibrillazioni di maggioranza, scandisce infatti la presidente di Fratelli d’Italia in un’intervista al Sole 24 Ore, «era inevitabile». E aggiunge: «Si sta materializzando quanto FdI dice da sempre, dall’inizio di questa legislatura. E cioè che bisogna tornare il prima possibile al voto per dare all’Italia un governo forte e coeso e soprattutto deciso dagli italiani».

Giorgia Meloni intervistata dal Sole 24Ore

L’analisi della leader della destra italiana coglie nel segno. Del resto, anche i sondaggi segnalano un calo del gradimento del governo tra gli italiani: solo il 48 per cento, a fronte del 90 raccolto in Parlamento. A ennesima conferma dello scollamento tra Paese reale e Paese legale. Che poi è il motivo alla base della richiesta di nuove elezioni da parte della Meloni. «A meno che – ipotizza lei – la mossa di Draghi serva in alternativa a spaventare quei parlamentari incollati alla poltrona».

«Io da sempre per il maggioritario»

In ogni caso, aggiunge, «questo è il momento delle scelte». Quanto al resto, «non si può pensare di affrontare una fase complessa e drammatica come mai dal dopoguerra con una maggioranza che litiga su tutto». E questo «mentre i cittadini fanno i conti quotidianamente con l’aumento vertiginoso delle bollette e la perdita del potere d’acquisto dei loro salari». L’altro tema politico affrontato dal giornale della Confindustria è quello della legge elettorale. «Sono da sempre per il maggioritario – puntualizza la Meloni -, per una legge che la sera delle elezioni determini chi governa e chi sta all’opposizione». Ma sul punto la leader di FdI coltiva il sospetto che l’argomento sia solo un pretesto, l’ennesimo, «per evitare le elezioni».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA