Roma, vacanza da incubo per una giovane turista norvegese: violentata nell’ostello delle suore

giovedì 16 Giugno 17:55 - di Redazione
giovane turista

Una vacanza a Roma per una giovane turista norvegese si è trasformata in un incubo. La turista di vent’anni sarebbe stata violentata nella camera di un convitto gestito da suore da due turisti. La ragazza avrebbe conosciuto uno dei suoi aggressori nei pressi della stazione Termini. Poi erano andati in un pub. E lì avevano bevuto un bel po’.

Giovane turista “stuprata” nella camera di un convitto

Come ricostruisce il Messaggero, la giovane mercoledì notte vagava per l’Esquilino in lacrime. Aveva chiamato in soccorso una sua amica. Poi, a intercettarla era stata una pattuglia di polizia nei pressi dell’ostello religioso. La ragazza sotto choc ha raccontato quanto accaduto agli agenti che, in primis, hanno chiamato un’ambulanza. Subito dopo è iniziata la caccia ai due giovani ventenni e di nazionalità danese, anche loro in vacanza a Roma. I poliziotti li hanno trovati e fermati proprio mentre stavano uscendo dall’ostello.

La ricostruzione della vicenda

Come si legge sul quotidiano, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la ragazza dopo aver bevuto al pub «si sarebbe allontanata con il ragazzo fino ad accettare di ritirarsi in camera con lui, nella casa per ferie». Poi, però, l’imprevisto. Il giovane, scrive il quotidiano romano, «avrebbe presentato alla norvegese un amico e, insieme, l’avrebbero violentata».

Fermati i due ragazzi

I due ragazzi sono stati fermati e condotti in commissariato e sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto. Si attende la convalida dell’arresto da parte dell’autorità giudiziaria. Per loro, scrive il Messaggero, l’accusa è pesante: violenza di gruppo. Ma le indagini sono tuttora in corso per capire esattamente come siano andate le cose.

I precedenti

I precedenti. Il mese scorso, ricorda il quotidiano, i carabinieri hanno salvato una turista italiana da uno stupro nei pressi del b&b che aveva dove alloggiava. Stessa sorte per una giovane spagnola che dopo avere bevuto in una discoteca di Testaccio era stata afferrata da tre uomini e tirata dentro una macchina. In questo caso era stata salvata da un’amica.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *