Guardia di Finanza: «Da gennaio 2021 arrestati 171 scafisti e sequestrati 714 mezzi»

22 Giu 2022 9:41 - di Mia Fenice
Guardia di Finanza

La Guardia di finanza in prima linea nell’azione di contrasto dell’immigrazione irregolare via mare: arrestati 171 scafisti e sequestrati 714 mezzi. È quanto emerge dal bilancio operativo della Guardia di Finanza dal 1° gennaio 2021 al 31 maggio 2022, diffuso in occasione del 248esimo anniversario della fondazione.

Guardia di finanza, la collaborazione con Frontex

Prosegue la collaborazione con l’Agenzia europea Frontex ai fini della vigilanza dei confini esterni dell’Unione Europea. La Guardia di finanza sta coordinando, attraverso l’International Coordination Centre di Pratica di Mare, l’operazione “Themis 2022”, finalizzata al contrasto dell’immigrazione irregolare e dei crimini transfrontalieri via mare. Nel canale di Sicilia prosegue anche l’azione contro il traffico di hashish, il contrabbando di sigarette e l’immigrazione irregolare in tutte le sue forme.

Guardia di Finanza, lotta nel trasporto delle sostanze stupefacenti

Nell’Adriatico meridionale e nello Ionio settentrionale l’impegno operativo è volto, invece, alla individuazione delle imbarcazioni impiegate per il trasporto delle sostanze stupefacenti. La Guardia di finanza impiega propri contingenti anche in Albania e Montenegro per supportare e assistere le autorità locali nel controllo dei confini marittimi.

Salvate dal Soccorso Alpino 2.639 persone

Un’impegno a trecentosessanta quello delle Fiamme gialle. Il Soccorso Alpino della Guardia di finanza ha eseguito 2.260 interventi che hanno permesso di portare in salvo 2.639 persone. Nel periodo dell’emergenza sanitaria, insieme alle altre forze di Polizia, è stata assicurata l’attuazione delle misure di contenimento della pandemia eseguendo 750mila controlli, all’esito dei quali 59.270 persone sono state sanzionate e 726 denunciate.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

SUGERITI DA TABOOLA