Yacht e ville: i beni sequestrati in Italia agli oligarchi russi. Che portano i propri tesori a Dubai

sabato 5 Marzo 20:19 - di Redazione
oligarchi russi

Gli oligarchi russi starebbero portando i propri beni a Dubai negli Emirati Arabi Uniti. Secondo quanto riferiscono fonti dell’intelligence ucraina a ‘Ucrainska pravda‘, infatti, rappresentanti delle elite russe e oligarchi della cerchia ristretta del presidente russo, Vladimir Putin avrebbero iniziato, dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina, a portare i propri beni, tra cui anche i quadri preziosi, negli Emirati Arabi Uniti.

Gli oligarchi russi portano i loro tesori a Dubai

Il 28 febbraio scorso, riferiscono queste fonti a ‘Ucrainska pravda‘, a Dubai sarebbe arrivato un aereo da Nizza, un Bombardier Global 5000, che sarebbe stato usato dai fratelli Rotenberg. Il 26 febbraio, invece, un areo Bombardier Global 5000 dell’oligarca russo Yuri Trutnev avrebbe fatto il volo Mosca-Dubai-Mosca.

Le sanzioni europee colpiscono 26 super-ricchi vicini a Putin

Sempre secondo il quotidiano ucraino il Boeing 787-8 Dreamliner di Roman Abramovich sarebbe già volato a Dubai due volte durante la guerra. Per la prima volta il 28 febbraio. Il 4 marzo, è tornato a Mosca ed è tornato a Dubai lo stesso giorno. Il 24 febbraio, invece, riferisce sempre il giornale, l’aereo Bombardier Global 7500 dell’oligarca russo Sergey Chemezov sarebbe arrivato a Dubai. L’aereo è decollato da Mosca, si sarebbe fermato a Tel Aviv, prima di andare negli Emirati. L’aereo sarebbe tornato a Mosca solo il 3 marzo.

L’Italia e altri Paesi, come Germania e Francia, hanno iniziato a sequestrare i beni degli oligarchi russi presenti sul loro territorio, come misura compresa nel pacchetto di sanzioni a Mosca. Sarebbero in tutto 680 le persone colpite dalle sanzioni europee, di cui 26 “super ricchi” russi vicini al presidente Vladimir Putin.

Yacht e ville sequestrati in Italia agli oligarchi russi

La Guardia di Finanza ha intanto sequestrato all’oligarca russo Alisher Usmanov una villa sul golfo del Pevero ad Arzachena, in Sardegna, del valore di circa 17 milioni di euro. Si tratta di una delle risorse economiche sottoposte a congelamento riconducibili a oligarchi russi inseriti nella black list dell’Ue.

La Guardia di Finanza ha anche sequestrato all’oligarca russo Gennady Nikolayevich Timchenko lo yacht Lena, localizzato nel porto di Sanremo, del valore di circa 50 milioni di euro.

Sequestrati infine anche gli immobili situati nella provincia di Como, del valore di circa 8 milioni di euro di proprietà dell’oligarca Vladimir Roudolfovitch Soloviev.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *