Travaglio sclera dalla Gruber: la docente paragona Draghi a Mitterand e lui minaccia di andarsene (video)

giovedì 12 Maggio 8:56 - di Gabriele Alberti
Travaglio

Osservare Marco Travaglio “sclerare” da Lilli Gruber un po’ è spassoso, diciamolo. Nella puntata dell’ 11 maggio di “Otto e mezzo” ha perso la pazienza sia con la condutrice che con l’ospite Rosa Braidotti. Quando viene messo in minoranza il direttore del Fatto va fuori le rige e fa il nervosetto. Si parlava delle  dichiarazioni del premier Mario Draghi, al termine dell’incontro con il presidente americano Joe Biden. Che Travaglio ha criticato:  “Una conferenza stampa fumosa. Bisognerà vedere cosa farà in concreto l’Italia e se è davvero coordinata con Francia e Germania per portare la Russia al tavolo. Forse l’Europa dovrebbe lasciare il lavoro sporco all’America e smettere di rifornire di armi l’Ucraina che ne è strapiena. Tra un po’ ci saranno problemi di traffico per parcheggiare tutti i carri armati che gli mandiamo. Non si può curare il diabete con la millefoglie”, ha concluso con una metafora stile bersaniano. Fin qui la critica, legittima. Poi l'”escalation”.

L’elogio di Dragi innesca la reazione di Travaglio

Poco dopo, la professoressa Rosa Braidotti esordiosce con un elogio sperticato del premier: “Draghi mi ha ricordato Mitterand, leader europeo consapevole dei problemi”. E già Travaglio ha cambiato colore. Poi la docente ha criticato una parte dei pacifisti italiani, mossi più da un’ideologia bellicosa che dall’amore tra i popoli e Travaglio fa il finto tonto:  “Confesso la mia inadeguatezza, ma non ho capito niente di questa tirata.…”. Poi si è fermato perché infstidito dalla legittima replica della studiosa, come si fa in un contraddittorio normale. E ha giocato la carta della presa in giro:  “Sento urlare, non faccia la bellicosa pure lei…”. Così si alterano entrambe, la  Braidotti e la conduttrice, che fa la maestrina con Travaglio: “Marco, non esagerare ma quali urla?”.  Travaglio va in tilt e ha proseguito, impermalosito: “Se volete parlare voi, fate pure… non ho problemi… sono in collegamento e ogni tanto sento degli urli. Fate voi”.

La Gruber lo bacchetta

La Gruber stizzita lo richiama: “Piano, piano. Non ci sono urla Marco! Su, parla”. Travaglio però è partito per la tangente:  “Eh, ne ho sentiti parecchie di grida, fate voi, andate avanti voi pacificamente, vi cedo la parola… volevo solo dire che  il Papa ha definito da pazzi portare la spesa militare al 2%. Dicono che più si inviano armi, più si avvicina la pace, a me sembra il contrario. E’ un mese e mezzo che non c’è dialogo e aumentano i morti in Ucraina”. Poi “minaccia” di lasciare la parola e non partecipare al dibattito. La Gruber fa sforzi sovrumani per non mandare in vacca il programma e gli lascia la parola, così può  pronunciare la sua di “tirata”.  Lucio Caracciolo in collegamento osserva piuttosto divertito.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *