Bullismo, ragazzi in campo: in 140 di scena a Montepulciano per sviscerare un fenomeno che li coinvolge

mercoledì 11 Maggio 13:03 - di Redazione
bullismo

Contro il bullismo, ragazzi in campo. Succede a Montepulciano, dove un progetto ha riunito tutte le scuole primarie e la secondaria musicale in un’opera incentrata sul tema che affligge molti giovanissimi e che vede gli stessi ragazzini ora vestire i panni della vittima, ora quelli del carnefice. L’idea di coinvolgere le nuove leve in un’opera musicale ispirata dalla realtà sociale e sempre più spesso denunciata dalla cronaca, è riuscita. Soprattutto nell’intento di portare sulla ribalta – e ancora una volta sotto i riflettori – una verità difficile da accettare. Come da analizzare. E che, stavolta, ha messo nelle mani dei suoi protagonisti allestimento e messaggio, coinvolgendoli a pieno titolo in tutti i momenti della rappresentazione e sul suo significato espositivo.

Bullismo, 140 ragazzi in scena per denunciare e riflettere su un fenomeno che li coinvolge

Dunque, è incentrata sul tema del bullismo l’opera musicale che sarà interpretata da oltre 140 bambini e ragazzi, provenienti dalle scuole di Montepulciano. La parte musicale è infatti affidata all’orchestra della secondaria di primo grado a indirizzo musicale: un organico di 35 elementi diretti dalla bacchetta di Luca Morgantini. Sul palcoscenico sono invece protagoniste le classi quinte di tutte le primarie del territorio poliziano, vale a dire Istituto Comprensivo Iris Origo e Istituto Comprensivo Virgilio. Il doppio appuntamento è per venerdì 13 maggio, quando al Teatro Poliziano si apre il sipario alle 18.00 e alle 21.15 con due diversi cast.

Bullismo, «un fenomeno da contrastare con la formazione culturale»

“La bulla di sapone” è allora il titolo evocativo dello spettacolo dedicato al tema sempre più attuale del bullismo e ideato da Paola Bignotti. Su testo originale di Gigi Tagliapietra. Con l’adattamento di Chiara Giorgi che, insieme a Vanessa Trippi, firma anche la regia e l’allestimento della rappresentazione. «L’evento – dichiarano gli amministratori poliziani – s’inserisce nella serie di iniziative che dimostrano l’impegno del Comune di Montepulciano sul bullismo. Un fenomeno da contrastare con la formazione culturale. A partire dalla musica e dal teatro».

La trama: una gang di bulli si accanisce su un gruppo di ragazzi ligi allo studio della musica

È infatti questo l’esito del programma di didattica musicale che dall’anno scolastico 2021-22 è stato esteso gratuitamente a tutti i plessi del Comune di Montepulciano. Attraverso il lavoro degli esperti incaricati dall’Istituto di Musica Henze e dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte. Il gran numero degli studenti coinvolti ha quindi indotto la musicista e drammaturga Chiara Giorgi a immaginare un’intera gang di bulli che, disinteressati a ogni tipo di insegnamento scolastico, se la prendono con un gruppo di ragazzi ligi allo studio della musica.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

ARTICOLI CORRELATI

LEGGI ANCHE

Sostienici

Le App del Secolo d'Italia

In evidenza

News dalla politica