Rivolta dei “pacifisti” del Pd, una dirigente esce allo scoperto e attacca Letta: “State sbagliando tutto”

sabato 2 Aprile 12:39 - di Marta Lima

Sulla scia del devastante e masochistico tentativo di difesa di Enrico Letta, consumato giovedì sera a “Piazza Pulita” con un Michele Santoro scatenato contro le ipocrisie della sinistra e del Pd sulla guerra, tra i Dem iniziano a fioccare le voci critiche sulla linea delle armi, anche con posizioni ufficiali. E’ il caso della dirigente lucana del Pd, professoressa Barbara Verrastro, che con sommo gaudio Marco Travaglio oggi ospita nella rubrica delle lettere del “Fatto Quotidiano“, con un titolo più che esplicito, “fronda…”.

Travaglio, che sostiene le posizioni contiani dei tagli all’aumento del finanziamento alla Difesa e alle forze armate, dà spazio alla dirigente del Pd che è indignata – come molti “pacifisti” del Pd – già dal solo decreto che autorizza l’invio delle armi all’Ucraina.

La dirigente del Pd contro la linea Letta

“Il timore è che le armi spedite, in particolare quelle leggere, possano finire nelle mani di gruppi paramilitari o bande di criminali. L’unica cosa che abbiamo saputo fare è stato inviare le armi. Armi agli ucraini, ma prima ai russi (dal 2011 al 2014). Alla fine di aprile verrà presentata alle Camere l’annuale relazione nell’esportazione di armi: l’anno scorso il giro d’affari era stato di quasi 5 miliardi di euro. Con la guerra le armi viaggiano ancora più velocemente, superando ogni tipo di barriera, anche legislativa. Ma è incomprensibile credere che, armando i civili ucraini, il conflitto porti a una sconfitta per l’esercito di Putin….”, scrive la professoressa Verrastro, dirigente di un circolo Pd di Potenza, che è durissima con Letta e sembra strizzare l’occhio a Conte.

“Oltre alle armi cosa è stato proposto per fermare la guerra? Troppo facile firmare un decreto e inviare armi. Molto più faticoso creare una traiettoria diplomatica. Per spendersi per la pace e per creare condizioni di non belligeranza c’è bisogno di una sola soluzione: la politica…”. Parole su cui la diretta interessata attende una replica da Letta, che ha taggato nel suo post su Instagram. In segno di pace…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *