Ladri rom volevano depredare la sua casa: arzilla 90enne li mette in fuga difendendosi a morsi 

20 Apr 2022 15:33 - di Greta Paolucci
ladri rom

Sono entrati in casa da una porta finestra, forse pensando che svaligiarla sarebbe stata un’impresa facile dal momento che nell’appartamento c’era “solo” una 90enne. E invece, l’anziana signora ha fatto vedere ai due ladri di etnia rom penetrati nell’immobile di cosa era capace, pur di non cedere al sopruso e alla paura. E non solo costringendo, con la sua reazione, i due malviventi a fuggire a mani vuote. Ma anche portando all’arresto di uno di loro, che la vispa 90enne ha indentificato agli investigatori che poi, nel giorno di Pasquetta, sono andati ad arrestare uno dei due. Per il complice, invece, sono ancora in corso le ricerche. Ma andiamo con ordine.

Due ladri rom volevano depredare la sua casa: 90enne li induce a fuggire a mani vuote

È la stessa vittima dell’intrusione e dell’aggressione casalinga a ricostruire quanto le è accaduto al Messaggero. Al quotidiano capitolino, infatti, la signora racconta nei dettagli – e commenta – il terrore vissuto nel violento tentativo di rapina, lo scorso il 7 aprile nella sua abitazione vicino Piazza Bologna. «Ero in casa – ha raccontato l’anziana signora alla polizia –. Era di giorno quando mi sono ritrovata quei due ragazzi dentro casa. Avevano il volto coperto da mascherine. Mi sono morta dalla paura. Quei due mi hanno sopraffatto sdraiandomi a terra e poi mi hanno bloccato le braccia. A quel punto io ho reagito e ho preso a morsi i due rapinatori. E poi mi sono messa a gridare con quanto fiato avevo in gola. I morsi. Più le mie urla che hanno attirato l’attenzione dei vicini, hanno messo in fuga i due ladri. Poi ora che ne avete preso uno sono contenta. Speriamo che la polizia prenda anche l’altro».

Uno dei due, un 16enne, rintracciato “a fatica” nel campo nomadi di Villa Gordiani

Arduo ma non impossibile. Se per la cattura del primo autore della tentata rapina, infatti, è bastata che gli agenti della squadra di polizia giudiziaria del commissariato Porta Pia e il team della scientifica rilevassero le impronte nell’appartamento. Tracce che, hanno condotto gli agenti a identificare uno dei due ladri un 16enne che vive nel campo nomadi di Villa Gordiani –. Non altrettanto rapido e indolore è stato per le forze dell’ordine riuscire a stanarlo nell’insediamento dove i residenti del campo nomadi hanno fatto di tutto per ostacolare le ricerche e nascondere la presenza del minorenne. Che poi, inevitabilmente, è finito nel carcere minorile. Mentre il complice è ricercato.

Furti e rapine: sos quadrante di “Piazza Bologna”

Nel quadrante di Piazza Bologna, però, le rapine sono un drammatico problema che si è incistato nel tempo. Pertanto, facile ipotizzare che il complice possa recidivare nell’impresa. E chissà che stavolta non venga stanato e chiamato a rispondere anche della vicenda della signora 90enne, che se l’è cavata per fortuna con qualche livido, decisa a resistere. E a difendere se stessa e la sua casa

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA