L’adulto fa il palo, i bimbi rubano: così i rom saccheggiano i negozi

sabato 5 ottobre 16:31 - di Davide Ventola

Il video che pubblichiamo è stato realizzato in un negozio della periferia Nord di Roma. All’opera ci sono due bambini e un adulto. Tipica tecnica delle bande rom. L’uomo fa da palo, mentre i due minorenni depredano lo scaffale del negozio. Nel video, che dura pochi secondi, si vede l’operazione rapida e combinata. L’uomo controlla che nessuno li guardi, mentre i piccoli agiscono con perizia consumata.

Il commerciante romano condivide il video del furto

Nel video sono registrate delle imprecazioni del commerciante, che ha messo sui Social l’impresa degli anonimi ladri, perché anche altri commercianti facciano attenzione. Il modus operandi è una tecnica tipica delle bande rom, che agiscono impunemente in tutta Italia. Nel caso specifico, la città di Roma è ostaggio di ladri minorenni che godono di una impunità assoluta.

«Donne incinte e minorenni non finiscono in carcere neanche quando sono ladri conclamati – ha spiegato a Repubblica un alto magistrato di Cassazione – anche nei casi di recidiva, non è così scontato che si vada in cella: perché a un imputato di furto si possa contestare la recidiva che aumenta la pena, infatti, bisogna che ci sia stata una sentenza definitiva per l’altro reato e spesso ci si mette anni».

Rom all'opera

Rom in azione

Su 10 bimbi rom, 9 non vanno a scuola

Secondo l’Associazione 21 luglio, solo il dieci per cento dei minori rom della Capitale frequentano la scuola. Una percentuale irrisoria. A questo si aggiunga che il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha firmato un anno fa un bando per l’integrazione scolastica dei bimbi rom. Il Comune ha stanziato 196.875 euro
oltre all’IVA per mandare a scuola i bambini.  Il risultato? Un numero pari al 9,7%. Un vero e proprio fallimento. L’ennesimo della giunta Raggi. Gli altri minori, quelli che non vanno a scuola dove sono? Chi abita a Roma lo sa bene. Sono in giro a fare accattonaggio, a prostituirsi o a rubare. Infanzia rubata per la quale nessun esponente di sinistra s’indigna. Nessuno manifesta o scende in piazza per chiedere che questi minori siano sottratti a un circuito criminale aberrante. La solita doppia morale della sinistra.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza