Ucraina, ospitalità e adozione dei minori orfani: mozione di FdI in Consiglio regionale del Veneto

martedì 1 Marzo 11:39 - di Fortunata Cerri
Ucraina

Una mozione di FdI per i bambini orfani dell’Ucraina. «Ho presentato in Consiglio regionale del Veneto come primo firmatario, una mozione che impegna la Regione ad attivarsi per garantire ospitalità ai minori orfani ucraini dopo l’invasione militare russa del 24 febbraio scorso, e per semplificare l’iter di adozione degli stessi». Così in una nota il consigliere regionale Tommaso Razzolini del gruppo consiliare Fratelli d’Italia.

«La mozione presentata in Consiglio Veneto nasce dalla constatazione della drammatica situazione conseguente all’invasione militare russa ai danni dell’Ucraina – dichiara Razzolini – Una situazione d’emergenza umanitaria che colpisce in modo particolare i più fragili tra cui i minori orfani. La guerra si aggiunge alla crisi del sistema di adozioni già arenato da molteplici ostacoli burocratici e paralizzato dalla pandemia».

Ucraina, Razzolini (FdI): «Migliaia i bambini evacuati dagli orfanotrofi»

«Va evidenziato, che le domande di disponibilità all’adozione nazionale e di minori stranieri, così come le adozioni effettive, ha subito una netta flessione – aggiunge il consigliere – Dai dati rilasciati dalla Commissione adozioni internazionali, nel 2021 le adozioni sono state solo 563, mentre nel 2019 ben 969, anche se già in calo rispetto agli anni precedenti. Basti pensare che nel 2001 i bambini adottati furono 3.915».

«Oggi in Ucraina, con la guerra in atto, sono migliaia i bambini evacuati dagli orfanotrofi, portati in salvo per sfuggire ai bombardamenti – sottolinea Razzolini – Gli enti italiani del circuito adozioni e di assistenza ai malati pediatrici oncologici hanno già lanciato un appello per attivare quanto prima un corridoio umanitario per portarli in salvo».

«Garantire ospitalità ai minori orfani ucraini»

«La Giunta regionale del Veneto si impegni a verificare quanto prima la possibilità di garantire ospitalità ai minori orfani ucraini nelle strutture regionali – prosegue l’esponente di Fratelli d’Italia – e, se necessario, a verificare e raccogliere le disponibilità ad ospitare i minori da parte di associazioni e realtà venete attive nel volontariato, creando successivamente un elenco dei bambini orfani accolti in Veneto».

«È altrettanto importante – evidenzia Razzolini – che la giunta si attivi per semplificare l’iter di adozione, intervenendo sul governo per una legislazione di urgenza tramite decreto-legge al fine di semplificare i meccanismi per le adozioni di minori, dando priorità in particolare agli iter di affidamento degli orfani ucraini e stabilendo dei termini tassativi per le varie fasi del percorso di adozione. Così come, per quanto di competenza, per ridurre i tempi della burocrazia e dare priorità ai bambini orfani ucraini, in particolare coordinandosi con i referenti delle Equipe Adozioni presenti nelle diverse Ulss venete», conclude Razzolini.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *