Pace spaziale: gli astronauti russi riportano a casa un collega americano con la propria navicella

mercoledì 30 Marzo 8:42 - di Lucio Meo
Un americano e due astronaut russi sono in viaggio insieme dalla Stazione Spaziale Internazionale (Iss) su una capsula Soyuz russa

Un astronauta americano e due cosmonauti russi sono in viaggio insieme dalla Stazione Spaziale Internazionale (Iss) su una capsula Soyuz russa per tornare sulla terra questa mattina, mettendo così fine alle voci maliziose su un possibile “dispetto” russo agli americani. Tornano insieme, si separeranno subito dopo l’atterraggio in ossequio alla nuova “guerra fredda” in atto tra Usa e Russia.

Mark Vande Hei della Nasa e i suoi coetanei cosmonauti russi Anton Shkaplerov e Pyotr Dubrov dovrebbero atterrare nel Kazakistan centrale quasi cinque ore dopo essersi sganciati con la capsula. La zona di atterraggio si trova a circa 400 chilometri a nord-est della struttura di lancio spaziale russa presso il cosmodromo di Baikonur in Kazakistan. La chiusura del portello della Soyuz era prevista questa mattina alle  6 italiane mentre l’atterraggio è atteso dopo le 13.15.

Gli astronauti russi danno un passaggio a Vande Hei

I due cosmonauti russi Anton Shkaplerov e Pyotr Dubrov daranno dunque “un passaggio” sulla propria sonda Soyuz all’americano Vande Hei, che al momento del rientro avrà raggiunto 355 giorni consecutivi in orbita superando il precedente record americano di 340 giorni. Identico numero di giorni sarà raggiunto da Dubrov alla sua prima esperienza nello spazio mentre Shkaplerov, che completerà la sua quarta missione, raggiungerà un totale di 708 giorni nello spazio. Prima di spostarsi all’interno della capsula Shkaplerov cederà il comando della Stazione Spaziale Internazionale (Iss) a Tom Marshburn della Nasa.

Il video che ventilava un abbandono nello spazio

Dopo il rientro sulla Terra, gli astronauti si divideranno immediatamente, a causa delle tensioni internazionali. Il piano è sempre stato che Vande Hei tornasse sulla Terra a bordo di una Soyuz russa, anche se tornerà in una capsula diversa da quella in cui era stato lanciato. Nonostante la guerra in Ucraina, la Nasa e la società spaziale statale russa, Roscosmos hanno continuato a lavorare insieme per mantenere le normali operazioni della stazione spaziale. Il 5 marzo scorso, però, RIA Novosti, un notiziario di stato russo, aveva condiviso un video su Telegram che includeva filmati di Vande Hei sulla ISS, così come Anton Shkaplerov e Pyotr Dubrov, video modificato in modo tale da far sembrare che i cosmonauti avrebbero lasciato Vande Hei nello spazio. Il video mostrava poi l’intera porzione russa della stazione spaziale che si staccava dal resto della ISS.

RIA Novosti aveva poi descritto il video come uno scherzo, ma alcuni media avevamo preso sul serio le rappresentazioni, interpretando il filmato come la Russia che minaccia di arenare Vande Hei nello spazio, anche a causa delle minacce, sui social, lanciate dal patron di Roscosmos. Inoltre, l‘Esa aveva annunciato, nei giorni scorsi, il blocco di tutte le missioni con a bordo astronauti russi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *