La Russia minaccia l’Italia: “Conseguenze irreversibili con altre sanzioni. Roma torni in sé”

sabato 19 Marzo 13:14 - di Augusta Cesari
La Russia minaccia

Da Mosca arriva un avvertimento inquietante per l’Italia, la quale potrebbe subire “conseguenze irreversibili” con la dichiarazione di “una guerra finanziaria ed economica totale” da parte dell’Unione europea contro la Russia. E’ quanto afferma Alexei Paramonov, direttore del Dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo, secondo cui le sanzioni “non sono una scelta del Cremlino”. “Non vorremmo che la logica anti-russa del ministro dell’Economia francese Bruno Le Maire trovasse seguaci in Italia“, ha aggiunto.

La Russia ci rinfaccia l’aiuto datoci durante la pandemia

La Russia mette in guardia esplicitamente il nostro Paese dall’assumere un atteggiamento ancora più duro sul piano delle sanzioni.  L’Italia ha ricevuto “un’assistenza significativa” dalla Russia durante la pandemia di Covid-19″, ha fatto notare Paramoniv. Che non ha mancato di aggiungere che “la richiesta è stata inviata anche dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini, che ora è uno dei principali “falchi” e ispiratori della campagna anti-russa nel governo italiano”. Parole minacciose. Ha addirittua usato la pandemia per far sentire in colpa l’Italia ed esercitare pressione. “È deprimente che ora, sullo sfondo dell’isteria anti-russa, le autorità italiane si siano dimenticate da un giorno all’altro di tutto: dei trattati e degli accordi bilaterali esistenti, della natura speciale dei nostri legami. E si siano unite alla frenetica campagna russofoba”.

Alexei Paramonov: “Noi vi abbiamo aiutato”

Mosca si aspetta che “a Roma, come in altre capitali europee, tornino comunque in sé;ricordino gli interessi profondi dei loro popoli, le costanti pacifiche e rispettose delle loro aspirazioni di politica estera”. In un’intervista a tutto campo rilasciata da Paramonov sempre a Ria, si fa riferimento agli aiuti che la Russia ha fornito su larga scala all’Italia nella lotta alla pandemia: attrezzature speciali, ventilatori, mascherine e tute protettive sono state inviate nelle regioni settentrionali del Paese. “Ora Roma è in prima linea tra i Paesi Ue che hanno adottato sanzioni contro la Russia. Come puoi commentare questo?”, chiede al giornalista. “Vorrei sottolineare che nell’inviare una missione umanitaria sull’Appennino, la Russia è stata guidata non dal desiderio di ricevere dividendi reputazionali o di politica estera, ma da un senso di compassione, un desiderio di aiutare il popolo italiano in uno dei momenti più difficili periodi della sua storia postbellica” ha afferma Paramonov.

La minaccia: “Conseguenze negative per l’economia italiana”

Il direttore del Dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo, che chiama l’Italia “Appennino” ha aggiunto che la dipendenza di Roma dagli idrocarburi russi è del 40-45%;  e un eventuale blocco sui “meccanismi affidabili di trasporto dei vettori energetici sviluppatisi in molti decenni avrebbe conseguenze estremamente negative per l’economia italiana e per tutti gli italiani”, conclude.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *