La Russia in difficoltà, Mosca chiede alla Cina “razioni K” per i soldati. Ecco che cosa sono

martedì 15 Marzo 17:01 - di Giorgia Castelli
Russia

La Russia è in forte difficoltà. Non solo assistenza militare ed economica. Non solo droni. Anche razioni K. In altre parole, cibo. Secondo la Cnn, che cita fonti bene informate, la Russia – impegnata nella guerra in Ucraina – ha chiesto alla Cina anche prodotti pronti da mangiare, il “tipico” pasto militare in guerra. Una richiesta che, stando a una fonte, la Cina potrebbe accogliere mentre dal fronte della guerra – giunta al 20esimo giorno – si moltiplicano le notizie di soldati russi di fatto alla disperata ricerca di cibo, avendo esaurito le scorte evidentemente insufficienti fornite loro.

La richiesta della Russia alla Cina

La Russia avrebbe chiesto inoltre alla Cina assistenza sia militare che finanziaria durante il conflitto, scrive la Cnn. Secondo quanto riferito alla Cnn da un funzionario occidentale e un diplomatico statunitense, gli Stati Uniti avrebbero peraltro informazioni su una certa disponibilità da parte di Pechino a fornire alla Russia l’assistenza militare e finanziaria richiesta e stanno trasmettendo queste informazioni agli alleati della Nato.

Che cosa sono le razioni K

Ecco che cosa sono le razioni K. Si tratta di un pasto giornaliero militare introdotto negli Stati Uniti nel 1942 nel corso della Seconda guerra mondiale. Il nome K risale alle iniziali del cognome del suo inventore, il medico nutrizionista americano Ancel Keys. Il medico fu chiamato infatti a realizzare un rancio completo per i militari in zona di combattimento. Durante la Seconda Guerra Mondiale la razione era composta da una scatoletta di carne e da 500 grammi di biscotti salati. Nel tempo la composizione delle razioni K sono cambiate.

Razioni K, ogni Paese ha il suo pacchetto

Ogni Paese ha il suo pacchetto tipo. Le razioni K italiane sono considerate le migliori al mondo e sono state spedite nel fronte bellico ucraino per dare sostentamento a civili e militari. Offrono ai militari una colazione, un pranzo e una cena per un totale di 4000 calorie. Quelle francesi contengono le rillettes di salmone e quelle inglesi salsiccia di pollo con fagioli. Mentre gli americani offrono ratatouille con pasta e l’esercito russo trova nel pacchetto lardo salato e manzo con semola di grano saraceno. All’interno delle confezioni si trovano inoltre prodotti per disinfettare l’acqua, fibra da assumere in pillole, fiammiferi, sali minerali in polvere e confezioni di spazzolini e dentifrici monouso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *