Incubo nucleare, boom di richieste per i bunker anti-atomici anche in Italia: si parte da 30mila euro

mercoledì 2 Marzo 8:37 - di Lucio Meo

“Non ho mai ricevuto così tante richieste. Ne ho ricevute di più negli ultimi cinque giorni che in 22 anni di lavoro”, racconta a “Reèubblica” il titolare della ditta italiana leader nella costruzione di bunker anti-atomici, Giulio Cavicchioli, della “Minus Energie” di Mantova. La minaccia dell’uso di armi nucleari da parte della Russia di Putin viene presa molto sul serio anche in Italia, l’incubo si è trasformato, nelle ultime ore, in una ricerca di protezione da parte di tante famiglie neanche troppo facoltose, molte delle quali – racconta l’articolo – chiedono di poter costruire vicino o sotto casa un bunker anti-atomico in tutta fretta. “Ma per farlo servono dei mesi”, spiega l’esperto, tra autorizzazioni e ricerca dei materiali. Intanto, però, la corsa al rifugio nucleare è iniziata anche in Italia, mentre in Svizzera il bunker è obbligatorio, da anni, in tutti gli edifici. Del resto, a quanto pare, la stessa famiglia di Putin sarebbe al sicuro in un bunker anti-atomico della Siberia…

I bunker anti-atomici come salvezza dal conflitto nucleare?

“I bunker anti-atomici danno sicurezza psicologica – spiega Cavicchioli – . I timori sono i disastri di natura chimica, quindi incidenti nucleari o pandemie. I clienti non sono persone molto facoltose, la gente ricca non ha queste paure e spesso dispone di jet o elicotteri che per loro costituiscono già una valida via di fuga”. Si tratta invece di titolari di piccole ditte, commercianti, informatori sanitari. Basti pensare che un piccolo bunker può costare circa 30mila euro, con costi che vanno dai 1.200 euro ai 2mila euro a metro quadro”. Se ne possono fare di diverse dimensioni: 30/ 40mq, ma anche 80/100mq, sia sotterranei, i più richiesti, che sotto forma di ville bunker esterne. Già all’inizio dell’epidemia da Covid molte aziende registravano un’impennata di richieste di scavi e realizzazione di cantine sotterranee per trasformarle in veri e propri bunker di sicurezza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *