Aldo Grasso demolisce il talk show della Berlinguer: vede uno strambo e lo paga. E’ negata per gli ascolti

giovedì 24 Marzo 18:30 - di Redazione
Bianca Berlinguer

Lo spettacolo di Cartabianca è degno di un circo. Parola di Aldo Grasso che, in una conversazione con Il Foglio, demolisce il talk show a guida Bianca Berlinguer.   “Fosse spiritoso – dice a proposito del professor Alessandro Orsini –  ma sono sicuro che non lo è, adesso Orsini potrebbe ribaltare la sceneggiatura. Potrebbe stupirci dicendo che Putin è in realtà un mascalzone e che la resistenza ucraina è eroica”.

Quindi Grasso sottolinea il motivo per il quale la Berlinguer ha cercato di avere come ospite fisso Orsini nella sua trasmissione, con un contratto che la Rai ha poi annullato: “Boh, Bianca Berlinguer segue uno schema fisso: vede uno strambo nelle trasmissioni altrui e subito lo paga. Corona, Scanzi e adesso Orsini”. La bufera, anche politica, che si è abbattuta sulla Rai ha prodotto intanto un primo concreto risultato: Orsini è disposto ad andare a Cartabianca anche gratis. Mentre Bianca Berlinguer si dice risentita per la grave limitazione che l’azienda avrebbe imposto al suo ruolo di conduttrice.

Quel salotto tv, a parere di Grasso, è un’adunata di strambi.  “Bianca Berlinguer vede Mauro Corona dalla Bignardi, e poiché quello le sembra abbastanza fuori di melone, lo scrittura alla Rai. Poi vede Scanzi dalla Gruber, e lo scrittura alla Rai. Infine vede Orsini da Formigli, e lo scrittura alla Rai. E’ come al circo – incalza Grasso –  ha presente? Lì c’è la donna cannone, il nano, il pagliaccio, quello che cammina sulle mani… Ecco. Dalla Berlinguer invece c’è Corona che fa il mattocchio, Scanzi che fa la parte del grillino (mezzo) alfabetizzato, e adesso c’è pure Orsini che fa il professore un filo invasato”.

E però, nel caso della Berlinguer il circo – che è poi il format di tutti i talk show – non fa nemmeno ascolti  “Gli altri conduttori – conclude Aldo Grasso – più fanno cose orribili più fanno ascolti, di solito. La Berlinguer, al contrario, insegue gli altri, spesso li supera nell’orrido, e però incredibilmente fa ascolti sempre peggiori”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *