Orrore a Roma, la lite per un ragazzo degenera: 14enne accoltella all’addome una 17enne

lunedì 21 Febbraio 20:03 - di Greta Paolucci
lite

Choc a Roma, la lite per un ragazzo degenera: e 14enne accoltella all’addome una 17enne. È successo ancora: una banale lite tra minorenni. Un diverbio come tanti, per futili motivi. Poi la situazione che degenera e la violenza insopprimibile che prende il sopravvento e scatena l’orrore dell’ennesima aggressione. Il dramma che rischia di generare ancora un tragedia: quello che si è consumato in una periferia romana, in via Duilio Cambellotti a Tor Bella Monaca, per l’esattezza, dove una ragazzina di 14 anni ha sferrato una coltellata a una sua coetanea 17enne, ferendola all’addome. Ora la vittima è ricoverata all’Ospedale di Tor Vergata, dove per fortuna i medici le hanno riscontrato ferite lievi. Mentre l’autrice dell’aggressione – sembra inferta con un coltello da cucina – si trova in stato di fermo. La polizia, infatti, intervenuta tempestivamente sul posto, ha subito arrestato l’autrice del brutale ferimento.

Roma, lite per un ragazzo: 14enne accoltella una 17enne

La lite, sembra scoppiata per un ragazzo, e l’accoltellamento, sarebbero avvenuti davanti all’oratorio della zona. Dove una testimone, che ha assistito alla scena, avrebbe dato immediatamente l’allarme che, poco dopo, ha portato la polizia sulla scena del crimine. Dove, riferisce il Tgcom24, «sarebbe arrivata anche la madre della ragazzina ferita, che è stata colpita all’addome». Quello avvenuto nel pomeriggio nella capitale, è solo l’ultimo caso di violenza tra giovani. Un episodio che si aggiunge alle vicende della movida selvaggia di Palermo e di Milano.

Palermo, movida selvaggia: calci e pugni a ragazzo. Tre arresti

Appena più grandi, infatti, i protagonisti dell’ultimo scempio che le cronache hanno registrato. Sono tre giovani di 22, 25 e 30 anni, che i carabinieri di Palermo hanno arrestato, in quanto ritenuti gli autori di un violento pestaggio avvenuto in piena notte nel centro cittadino. E di cui non si conoscono nel dettaglio i motivi della lite. Si sa, però, che una pattuglia li ha sorpresi mentre picchiavano con calci e pugni e utilizzando una bottiglia di vetro, un ragazzo riverso a terra. L’immediato intervento dei militari ha scongiurato il peggio. E ha permesso di arrestare in flagranza uno degli aggressori, mentre gli altri due si sono dati alla fuga. Le indagini, coordinate dalla Procura, hanno poi consentito di risalire ai due complici. Tutti e tre sono stati posti ai domiciliari con braccialetto elettronico. La vittima, trasportata in ospedale, ha riportato 12 giorni di prognosi.

Milano, 5 ragazzi, tra cui un minorenne, accoltellati in strada

Ed è solo di ieri la notizia dell’ennesima rissa, delle ultime aggressioni, che hanno registrato il ferimento di cinque ragazzi a Milano, tra i quali anche un minorenne. Tutti accoltellati in meno di quattro ore. Il primo episodio è dell’1.33 della notte tra sabato e domenica, in Piazza Duca d’Aosta. Dove i soccorritori del 118 prestano le prime cure a un 30enne accoltellato, che poi arriverà in codice verde al Niguarda. Alle 3.25, in Piazza Gae Aulenti, un altro 18enne è ferito e un’ambulanza lo trasporta in codice verde al Fatebenefratelli.

Lite, rissa, prova muscolare e sfogo violento: la mattanza che sembra non finire mai…

Solo un minuto più tardi, in via Castiglioni, un 20enne giace in strada, accoltellato – questa volta in modo grave – ed è tuttora ricoverato in codice rosso all’Ospedale Niguarda. Non sono ancora le 5 quando, esattamente alle 4,44, in Corso Como, alle forze dell’ordine arriva l’allarme per un altro 20enne, portato in codice giallo al Policlinico di Milano. Infine, alle 5.21, in via Pasubio c’è ancora un’altra vittima: un 15enne, anche lui aggredito con un coltello, e portato al San Raffaele in codice giallo. Una mattanza, quella in corso tra i giovani, che sembra non finire mai…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *