Bufera su Ornella Muti: nei camerini dell’Ariston posa con la figlia Naike per la legalizzazione della droga

martedì 1 Febbraio 10:41 - di Luisa Perri
Ornella Muti, droga

Due collanine con dei ciondoli a forma di foglie di marijuana, su Instagram, tra gli hashtag #megliolegale (la droga) e la prima polemica politica del festival di Sanremo è servita: ci ha pensato Ornella Muti a scatenare la prima polemica.

Nello scatto su Instagram, la coconduttrice scelta da Amadeus per la prima serata del Festival, appare in bigodini in una pausa delle prove al Teatro Ariston. Accanto a lei la figlia Naike Rivelli. Entrambe indossano una collanina con le foglie di “erba” messe volutamente in evidenza. E i destinatari della foto sono chiarissimi: @megliolegale @autoctonja @cannabismedicalcenter @ornellamutihempclub.

La nota dei deputati di FdI, Mollicone e Bellucci

E se ne accorgono subito i deputati di Fratelli d’Italia Federico Mollicone, commissario di Vigilanza Rai, e Maria Teresa Bellucci, capogruppo in commissione Affari Sociali. “Riconosciamo in Ornella Muti un’autorevole artista e grande icona del cinema italiano. Tuttavia, riteniamo improprio il sostegno alla liberalizzazione della cannabis espresso in un post da parte della co-conduttrice di Sanremo”, affermano i due parlamentari. “Non vorremmo che il Festival di Sanremo possa diventare il megafono delle posizioni del fronte della cannabis libera e del referendum”, aggiungono. “Tanto più di fronte ai recenti fatti di cronaca che vedono coinvolta la sorella di Ornella Muti, Claudia, in una maxiretata per smercio di sostanze stupefacenti. Manteniamo certo un atteggiamento garantista ma la riteniamo un’esternazione impropria. Ricordiamo che l’uso della cannabis in Italia è illegale, se non per uso terapeutico”, concludono.

Ornella Muti e il post di un anno fa

Ornella Muti è testimonial della cannabis light

Ornella Muti è da tempo testimonial della cannabis light, la droga conosciuta come cannabis legale, una varietà di cannabis che presenta una percentuale di THC estremamente ridotta. Ma alcune procure stanno indagando sul fenomeno, che presenta molte zone d’ombra. 

Nel marzo dell’anno scorso, con un post su Instagram, era apparsa una foto di Ornella Muti con la pubblicità di un prodotto a base di cannabis: “Mamma – scriveva la figlia Naike – per riposare serena non prende nulla di chimico, usa solo prodotti italiani top come i…», citando uno specifico marchio di cannabis light.

 

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ornella Muti (@ornellamuti)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *