Meloni punge Salvini: “In ginocchio da Mattarella? Non ci credo…”. FdI vota Nordio

sabato 29 Gennaio 12:08 - di Eugenio Battisti

Nuovo scossone da parte di Fratelli d’Italia, che si sottrae all’ennesimo valzer di schede bianche e alle fughe. E non intende prendere in considerazione il Mattarella bis, che sta riprendendo quota. “In risposta immagine che il Parlamento sta dando in occasione dell’elezione del presidente della Repubblica, Fratelli d’Italia voterà Carlo Nordio“. A metà mattina Giorgia Meloni detta la linea dopo l’ultima mossa di Salvini. Che a sorpresa, per uscire dal cul de sac, propone un Mattarella bis. Proposta irricevibile per Fratelli d’Italia. Tanto che la Meloni dopo aver letto le agenzie perde la pazienza. E con un tweet lapidario va giù duro. “Salvini popone di andare tutti a pregare Sergio Mattarella di fare un altro mandato da presidente della Repubblica. Non voglio crederci”.

Fratelli d’Italia vota Carlo Nordio

Scartata l’ipotesi di andare in ginocchio al Colle per chiedere il bis al presidente uscente ammettendo la sconfitta della politica, Fratelli d’Italia punta sull’ex magistrato. “È una figura di altissimo profilo e persona di riconosciuta onestà, competenza e imparzialità. Manterremo il voto su Nordio,  finché le altre forze politiche non convergeranno su questa scelta. O finché non dovesse emergere una alternativa migliore”. Questa la linea tracciata dal Giorgia Meloni annunciata in un comunicato ufficiale del partito.

“Non abbiamo numeri ma idee chiare”

Che è consapevole di non avere la matematica dalla sua parte ma di avere una prospettiva politica. “Fratelli d’Italia – continua la nota- non ha i numeri per essere determinante in questo importante passaggio politico. Ma abbiamo le idee molto chiare: vogliamo arrivare a una soluzione nel minor tempo possibile. E ci batteremo con ancora maggiore forza per far scegliere la prossima volta direttamente agli italiani il Capo dello Stato. E non assistere più al triste spettacolo che il Palazzo sta dando in questi giorni”.

Salvini ripiega sul Mattarella bis

Intanto Matteo Salvini continua il suo tour febbrile di incontri e  telefonate. Si registra un lungo colloquio telefonico con il premier Draghi. Il leader della Lega ora sterza per lo status quo. La eventuale rielezione di Mattarella manterrebbe l’esecutivo al riparo. Forse. “Mattarella non può essere un ripiego, a questo punto si va da lui e gli si dice ‘c’è bisogno di te’. Mi sembra più serio dire che c’è una parte del Parlamento che non vuole trovare accordo. E la squadra resta così, Mattarella al Quirinale e Mario Draghi a palazzo Chigi”. Così Salvini uscendo da Montecitorio dopo aver votato. “

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *