Frattini non è più il piano B del centrodestra: “promosso” alla presidenza del Consiglio di Stato

14 Gen 2022 12:23 - di Federica Argento
Frattini piano B

A dieci giorni dal via alle votazioni per il Quirinale, Franco Frattini è ufficialmente fuori dalla corsa per ambire al Quirinale: la promozione dell ‘ex ministro degli Esteri di Berlusconi alla presidenza del Consiglio di Stato, votato all’unanimità, scompagine tutti i retroscena di questi giorni. Sarebbe stato lui il famoso “piano B” del centrodestra se non si fosse trovata uun convergenza ampia sul Cavaliere al di fuori della coalizione. Il nome di Frattini stava prendendo quota nella corsa quirinalizia. Ha il profilo giusto – scrivevano i retroscenisti- : figura dialogante e apprezzata a livello internazionale. Oggi la sua possibile ascesa al Colle più alto di ferma a Palazzo Spada, sede del consiglio di Stato.

Per i retroscenisti era Frattini il “piano B” del centrodestra

Frattini va a capo dell’organo ausiliario del governo, il “massimo giudice speciale amministrativo”. Ce come spiega l’articolo 103 della Costituzione si pone in posizione di terzietà rispetto alla pubblica amministrazione.  L’ex ministro degli Esteri è stato eletto all’unanimità dall’organo di autogoverno di Palazzo Spada. Sarà la delibera del Consiglio dei Ministri e dal decreto del Presidente della Repubblica a ufficializzare la nomina. L’attuale Presidente Filippo Patroni Griffi resterà in carica fino al giuramento come giudice costituzionale.

La sua corsa al Colle finisce a Palazzo Spada

L’avvicendamento avverà presumibilmente a fine gennaio dopo che il Presidente Coraggio avrà lasciato la Corte Costituzionale. A poche ore dal vertice del centrodestra, quello che molti osservatori indicavano come il “piano B” evapora. Il suo nome piaceva agli alleati. Ricordiamo l’elogio di Guido Crosetto, tra i fondatori di Fratelli d’Italia, che lo aveva definito  “un primo della classe”. E non dispiaceva alla sinistra. Ora, un “concorrente” di meno per la corsa di Berlusconi. “Esprimo i miei più sentiti auguri all’amico Franco Frattini. La sua grande competenza giuridica, la lunga esperienza nelle istituzioni sono una garanzia: lo ha dichiarato in una nota Renato Brunetta, ministro per la Pubblica amministrazione, il primo a congratularsi. Frattini ha accolto la promozione come “un  privilegio straordinario, un onore assoluto, di guidare questo Istituto che ho sempre sentito e sempre sentirò come casa mia”. Promettendo “impegno assoluto” .

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA