Violante elogia Atreju: “Grazie alla Meloni, un successo politico”. Pera: “Mi congratulo con voi”

11 Dic 2021 13:09 - di Angelica Orlandi
Atreju

Atreju, la festa di Fratelli d’Italia, è diventata in una settimana l’epicentro della politica italiana. ”Questa è una manifestazione di grande successo politico, mi congratulo con voi... Qui mi sento a casa, mi piace il Natale dei conservatori… “. Marcello Pera, ex presidente del Senato, ospite di Atreju nel dibattito di apertura su un tema cruciale come il presidenzialismo, elogia il ritorno della politica con la P maiuscola.

Atreju, Violante: “Grazie alla Meloni, questa festa dimostra che il Paese non è indifferente alla politica”

Un successo politico che sottolinea a chiare note anche Luciano Violante:  “Grazie a Meloni e a voi per l’invito, sono abbastanza abituato alle feste popolari di altro tipo come sapete. Ma quel che conta è la partecipazione del popolo, come oggi. Non è vero che tutto il Paese è indifferente alla politica e questa manifestazione lo dimostra”. Le parole dell’ex presidente della Camera, in apertura del dibattito sono un bel riconoscimento alla qualità di una manifestazione e dei temi posti all’attenzione del pubblico di Atreju.

Meloni: “Il presidenzialismo ci consentirà di essere al passo con i tempi”

Sei giorni (sette con domani, domenica) incastonati in una settimana delicata dell’agenda politica. Quirinale, riforme, manovra economica, immigrazione. Tutti i temi che interessano la vita delle persone sono stati sviscerati con politici di altre latitudini politiche. Che hanno accettato il confronto offerto loro da Fratelli d’Italia e da Giorgia Meloni: sempre attenta e puntuale in prima fila ad ascoltare le idee dei relatori e di tutti gli ospiti. Dal segretario del Pd, Enrico Letta, al ministro della Giustizia, Marta Cartabia, passando per l’intervento telefonico del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, sono stati tanti gli ospiti che hanno deciso di partecipare ai dibattiti.

Il dibattito con Violante, Pera, Renzi e Cassese, moderato da Alessandro Sallusti, direttore di Libero, è di quelli coinvolgenti. L’elezione diretta del capo dello Stato è una battaglia che attraversa tutta la storia della destra. Lo ha sottolineato giorgia Meloni, salutando gli ospiti e dando inizio al lavori di questa sesta giornata di Atreju che si concluderà domenica. “Parleremo delle riforme costituzionali e segnatamente di una riforma, quella in senso presidenziale; che consenta all’Italia di essere al passo con le sue necessità e al passo dei tempi”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA