L’attesa è finita: il primo gennaio arriva in sala “Matrix Resurrections”, nuovo capitolo della saga (il Trailer)

martedì 28 Dicembre 20:48 - di Bianca Conte
Matrix

L’attesa dei fan è finita: dal primo gennaio arriva nelle sale Matrix Resurrections, l’ultimo capitolo della saga firmato dalla regista Lana Wachowski. Bookmakers ed esercenti ne sono certi: per i fan della serie fantascientifico-mitologica l’inizio dell’anno sarà indimenticabile. La pellicola, infatti, infatti arriva nei cinema il primo gennaio, distribuito dalla Warner Bros Pictures, con il titolo che preannuncia e commenta il fatidico ritorno: Matrix Resurrections. Il film che con il nuovo capitolo aggiorna l’innovativo franchise che ha ridefinito un genere. E che, per l’occasione, riunisce nuovamente le star Keanu Reeves e Carrie-Anne Moss nei ruoli iconici che hanno reso famosi Neo e Trinity.

Cinema, dal primo gennaio arriva nelle sale “Matrix Resurrections”

Dunque, come è lecito aspettarsi, con Matrix Resurrections ritorna sul grande schermo un mondo in cui esistono due realtà: la vita quotidiana e ciò che si cela dietro ad essa. La mission, che sottende a intrighi e avventura spettacolare, punta sempre a scoprire se la dimensione reale è vera o solo immaginazione. Una ricerca della verità, che si snoda in imprese e confronti ad alto tasso di virtuosismo digitale, che porta a conoscere realmente se stessi. Thomas Anderson, allora, dovrà scegliere di seguire ancora una volta il Bianconiglio. Sapendo che – se Thomas-Neo, ha imparato qualcosa – scegliere, sebbene sia un’illusione, è tuttora l’unica via d’uscita. O d’entrata, per Matrix. Ovviamente Neo sa già cosa deve fare. Ma quello che ancora non sa è che Matrix è più forte. Più sicura e più pericolosa che mai…

Il ritorno di Keanu Reeves e di Carrie-Anne Moss

Keanu Reeves ritorna nel ruolo di Thomas Anderson/Neo, l’uomo salvato da Matrix per diventare il salvatore dell’umanità, che dovrà scegliere ancora una volta quale strada seguire. Carrie-Anne Moss torna a vestire i panni dell’iconica guerriera Trinity (o è forse Tiffany? Una moglie di periferia e madre di tre figli con un debole per le moto superpotenti). Yahya Abdul-Mateen II (Candyman, la franchise di Aquaman) interpreta il saggio e mondano Morpheus che, come sempre, funge da guida per Neo mentre raggiunge il suo più grande obiettivo in un viaggio singolare alla scoperta di se stesso. Jessica Henwick (direttamente dalla serie tv Iron Fist, Star Wars: Il risveglio della Forza) si presenta nel ruolo dell’hacker Bugs: il proverbiale Bianconiglio alla ricerca dell’eletto che ha sacrificato se stesso per salvare l’umanità.

“Matrix Resurrections”, psiche, anima e avventura al servizio di un kolossal fantascientifico

Jonathan Groff (Hamilton, nella serie tv Mindhunter), interpreta Smith: il socio in affari di Thomas Anderson. Un manager d’azienda scaltro e sicuro di sé, con un fascino spensierato, un sorriso disarmante e un occhio ai profitti. Insomma, tutto ciò che il Signor Anderson non è. Neil Patrick Harris (Gone Girl), presta volto e mimica all’Analista, il terapista di Thomas che lavora a stretto contatto con il suo paziente per comprendere il significato dietro i suoi sogni e distinguerli dalla realtà. Priyanka Chopra Jonas (dalla serie tv Quantico) interpreta Sati: una giovane donna con una saggezza che smentisce la sua età. E in cui risiede un’incredibile abilità nel vedere la verità, non importa quanto torbide siano le acque. Jada Pinkett Smith (Attacco al potere 3Angel Has Fallen, la serie tv Gotham) ritorna nel ruolo di Niobe, l’agguerrita Generale che un tempo lottò per la sopravvivenza di Zion e che ora si occupa del benessere del suo popolo con un fuoco familiare negli occhi, nonostante nutra un senso di scetticismo e diffidenza verso il ritorno di Neo.

Un cast di attori e tecnici di primo livello

Insomma, un cast stellare al servizio di una trama avvincente. Forte di una sceneggiatura di Wachowski & David Mitchell & Aleksander Hemon, basata sui personaggi creati dalle sorelle Wachowski. Di un team creativo che comprende i collaboratori di “Sense8“: i direttori della fotografia Daniele Massaccesi e John Toll. Gli scenografi Hugh Bateup e Peter Walpole. Il montatore Joseph Jett Sally. La costumista Lindsay Pugh. Il supervisore agli effetti visivi Dan Glass. E, infine, i compositori Johnny Klimek e Tom Tykwer. Tutti raffinati artigiani e maestri della tecnologia chiamati a partecipare alla magia di un ritorno e a firmare il successo di un titolo per cui già si parla di kolossal del genere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *