L’affondo di Adriano Celentano contro il virologo Pregliasco: «Stona anche quando non canta»

mercoledì 29 Dicembre 12:22 - di Alberto Consoli
Celentano pregliasco

Celentano torna a far discutere in materia di Covid, vaccini, no vax e conduttori televisivi. Lo fa con un lungo video che ha postato su Instagram, con immagini tratte da «Controcorrente» di Veronica Gentili. Adriano Celentano segue con molta attenzione il dibattito pubblico, lui da sempre pro-vaccino, ma vicino a “chi ha paura”. In questo video «cita» spezzoni di Maria Giovanna Maglie, di cui si definisce un fan quando parla di terapie alternative al vaccino; cita il medico Andrea Stramezzi. Ma soprattutto Celentano prende in giro il  virologo Fabrizio Pregliasco. «Lui è così, non sempre ma a volte stona anche quando non canta», dice il Molleggiato. Il riferimento alla performance canora del virologo è del tutto voluta. «Ai conduttori dico che hanno il compito di essere imparziali anche con quelli che non si vaccinano».

Celentano ai conduttori tv: “Siate amorevolmente imparziali”

Nel video aggiunge: «Le terapie alternative al vaccino ci sono da tempo, sono sperimentate, ne stanno arrivando di nuove. E  quando abbiamo fatto un consesso internazionale per discuterne solo uno era scettico ed era un italiano». Dopo la polemica contro Enrico Mentana per l’intransigenza contro i no vax da bandire dagli studi tv, Celentano si è appellato proprio ai conduttori: “siate imparziali”, dice anche in questo nuovo video. E si schiera dalla parte «di chi ha paura» e vorrebbe solo maggiore chiarezza su vaccini, ricoveri e terapie alternative. «Cari conduttori di talk show, avete il compito di essere amorevolmente imparziali tra chi si vaccina e chi non si vaccina», insiste il cantante, elogiando il lavoro di Veronica Gentili nella trasmissione televisiva Controcorrente. A suo parere la più equilibrata nel dare voce a diversai punti di vista.

Celentano, polemica contro Pregliasco

Per dare sfogo alla sua protesta il cantautore usa una delle sue canzoni più famose, Che Cosa Ti Farei dall’album Geppo Il Folle (1978). Secondo Celentano, quella dei talk show sarebbe una “dittatura” imposta dai conduttori; i quali sarebbero soliti mettere a tacere i no-vax nel nome di un ipotetico pensiero dominante di cui si parlava già ai tempi delle polemiche sui migranti.  E con ogni probabilità , prende di mira Pregliasco non solo per la sua performance canora; ma perché rappresenta in ogni trasmissione un’intransigenza troppo marcata, un’ortodossia senza se e senza ma. Il cantante auspicherebbe invece  un riequilibrio delle posizioni espresse.

La polemica con la Berlinguer

Celentano, ricordiamo, fu molto critico nei confronti Bianca Berlinguer a seguito della lite contro Gianluigi Paragone a “Cartabianca”.  Le scrisse: “L’hai investito come si fa nei peggiori collegi quando i bambini venivano puniti a dormire nello stesso letto; dove, nel sonno, gli era scappata la pipì”. Usò parole grosse imputando ai conduttori di essere tra i responsabili della polarizzazione dello scontro. In quell’occasione Celentano aveva anche annunciato un probabile ritorno in televisione in qualità di conduttore, appunto.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *