Inferno in metro, anziano li richiama sulla mascherina: lo aggrediscono a bottigliate in testa

martedì 7 Dicembre 14:56 - di Martino Della Costa
mascherina

Tutta “colpa” di una mascherina. Choc a Milano nel vagone della metropolitana: due giovani feriscono a colpi di bottiglia sferrati sulla testa un anziano. Il motivo della reazione inconsulta: l’uomo ha solo chiesto di indossare il dpi.. L’ultima vicenda di cronaca che suscita indignazione e sconcerto arriva da Milano. Dove nello scompartimento della metro, un anziano invita due giovani, alticci e molesti, a indossare la mascherina, che naturalmente non portano, contrariamente alle disposizioni attualmente in vigore stante la recrudescenza di virus e varianti e contro ogni minimo ragionamento di buon senso. Risultato: i due imbelli, aggressivi e pericolosi, aggrediscono l’82enne con una bottiglia di vetro alla testa

Anziano aggredito in metro: ha solo chiesto di indossare la mascherina

È solo l’ultima – l’ennesima – dimostrazione di come e quanto sia incandescente il clima in questi interminabili mesi di pandemia e restrizioni. E di quanto minacciose e lesive possono diventare le reazioni dei più violenti sollecitati a rispettarne limiti e obblighi. La vicenda che arriva da Milano ha dell’incredibile: l’82enne aggredito brutalmente e ferito gravemente per aver chiesto di indossare (come tutti dovrebbero fare) la mascherina in metro, lo dimostra una volta di più.

Per il richiamo sulla mascherina due giovani colpiscono l’82enne con una bottiglia di vetro

Eppure, la paura di reazioni spropositate e il timore di possibili contagi in un abitacolo ristretto e affollato come quello di uno scompartimento della metropolitana, non hanno impedito all’anziano di intervenire, invitando i due giovani a indossare la mascherina. Oltretutto, secondo quanto riferisce il sito di Milano Today sull’episodio, «entrambi avevano bevuto molto alcol e si comportavano in modo molesto». Ma la cosa non ha impedito all’82enne di agire. E mal gliene incolse…

La vittima ha riportato un trauma cranico e la frattura dell’osso frontale del capo

Alla richiesta dell’anziano, uno di loro, il più grande, ha risposto colpendolo improvvisamente alla testa con una bottiglia di vetro. In seguito al colpo e alla  ferita che ha provocato, l’uomo è caduto per terra. Per fortuna, qualcuno tra i passeggeri ha dato l’allarme, e già alla fermata successiva sono potuti intervenire i soccorsi e le forze dell’ordine che hanno indentificato e fermato i presunti violenti.

Lite sulla mascherina, l’intervento di soccorritori e forze dell’ordine alla fermata successiva

Che nella fattispecie sono un 27enne italiano con precedenti, e ora denunciato per lesioni aggravate. E un suo amico: un minorenne, denunciato a sua volta.  Per l’82enne, invece, rimasto gravemente ferito, hanno provveduto i soccorritori che, dopo aver apprestato le prime cure, hanno trasportato l’anziano in ambulanza all’ospedale di Milano. Dove, ricoverato in codice giallo, si trova in prognosi riservata per un trauma cranico e la frattura dell’osso frontale del capo. E tutto per aver legittimamente chiesto rispetto del prossimo e delle misure in vigore in tempi di pandemia…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *