I virologi cantano “Sì, vax” su Jingle Bells: disastro comunicativo di Crisanti, Bassetti e Pregliasco (video)

martedì 21 Dicembre 8:31 - di Viola Longo
virologi cantano

Pronti davvero a tutto pur di convincere gli scettici a vaccinarsi, Andrea Crisanti, Matteo Bassetti e Fabrizio Pregliasco si sono prestati a farsi interpreti di una rivisitazione di Jingle Bells in chiave “Sì vax”. La performance però ha avuto un “effetto avverso”, almeno a giudicare dalle reazioni dei social, dove il video della canzone dei tre virologi si è guadagnato anche un rilancio sul profilo Trash italiano. Purtroppo, meritatissimo.

«La canzone di Natale del Trio Virologi»

Come molti prima di loro, i tre noti virologi sono scivolati sul terreno impervio della trasmissione Un giorno da pecora, che ha impietosamente rilanciato la performance sui social con la didascalia «La canzone di Natale del Trio Virologi». Nel corso della puntata di ieri hanno intonato in coro quello che doveva essere un invito a vaccinarsi e che si è rivelato un disastro comunicativo. «Sì, sì, vax, vacciniamoci», era il ritornello, seguito da strofe come «se tranquillo vuoi stare, i nonni non baciare» o «se vuoi andare al bar, felice a festeggiar, le dosi devi far».

Un disastro comunicativo

La performance è davvero sciagurata. Non solo e non tanto per il peccato veniale di stonature che fanno l’effetto delle unghie sulla lavagna, quanto per l’impressione di totale perdita del senso del ruolo che trasmette, anche al di là delle buone intenzioni che si possono riconoscere a Crisanti, Bassetti e Pregliasco. «Ero un vax convinto, ma dopo questo video vorrei capire come farmi risucchiare via le mie due dosi», ha commentato un utente di Twitter. «È la cosa più triste che ho visto dalla morte della mamma di Bambi», ha scritto un altro. E ancora: «Dopo averli ascoltati di sicuro aumenteranno le richieste di dosi»; «Ma cos’è, un blitz in redazione per farci diventare tutti no vax?»; «Scusate, ma è vero? Cioè, non è un fake?».

Una trovata che diventa un boomerang

«Ma riusciamo ad essere un Paese serio fino in fondo sulle cose serie o bisogna sempre mandar tutto in vacca ogni volta prestando stupidamente il fianco agli imbecilli?», si è domandata poi Patrizia, mentre Marco è rimasto senza parole: «Ho appena visto il video. Non so cosa dire». «Questo – ha sottolineato poi la giornalista Francesca Totolo – è il livello degli “esperti”».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *