Covid, migliora la neonata in terapia intensiva a Roma. Ma la prognosi resta riservata

lunedì 20 Dicembre 16:15 - di Redazione

Migliora la bimba in terapia intensiva” per covid.  “Ma la prognosi resta riservata”. La parziale buona notizia arriva dall’ultimo bollettino dell’ospedale Bambino Gesù di Roma. Dove la neonata di 7 mesi è ricoverata in terapia intensiva, da sabato. Per una insufficienza respiratoria “severa da Sars-CoV-2”. La piccolina era arrivata nell’area rossa del dipartimento di emergenza, accettazione e pediatria generale dell’ospedale pediatrico della Capitale. La bambina è stata trasferita da Cosenza con un volo dell’Aeronautica militare per l’aggravarsi delle condizioni cliniche. Molto critiche dal punto di vista respiratorio.

Covid, migliora la neonata in terapia intensiva

Presentava infatti un tipo di danno alveolare simile a quello del Covid adulto. “La bimba è in una situazione seria. Ma è nelle mani migliori“. È stato il primo commento dell’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “Questo caso, il primo che ci capita di Covid a quest’età, ci conferma che bisogna proteggerci tutti. Anche i più piccoli”.

La prognosi resta riservata

“Nella notte il quadro respiratorio ha presentato un miglioramento che ha consentito una riduzione del supporto ventilatorio”, precisa l’ospedale pediatrico del Vaticano. “I parametri di ossigenazione sono migliorati conseguentemente. Le condizioni cliniche restano tuttavia ancora critiche. E la prognosi rimane riservata”. La bimba soffre anche di altre patologie. Che però non hanno a che fare con apparato respiratorio o cardio vascolare. Ore difficilissime per i genitori, che non abbandonano la fiducia e la speranza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *