Effetto Omicron sulle Borse, c’è paura tra gli investitori. Piazza Affari chiude in rosso

lunedì 20 Dicembre 20:55 - di Redazione

L’effetto Omicron si fa sentire sulla Borsa. Avvio di settimana negativo per Piazza Affari, spinta al ribasso dai timori per la nuova variante. Nonostante Moderna abbia annunciato la forte risposta immunitaria fornita dal booster. E dalla decisione delle autorità cinesi di ridurre il “loan prime rate”. Segno che anche a Pechino sono preoccupati per un rallentamento dell’economia.

Omicron fa paura. Avvio negativo per Piazza Affari

Gli investitori temono nuove misure in arrivo e le loro ripercussioni sulla crescita economica. Anche lo stop al maxi piano infrastrutturale del presidente Usa Joe Biden è visto dagli analisti come risposta a un rallentamento dell’economia più marcato del previsto. Tra i titoli più penalizzati sul Ftse Mib, che ha terminato in calo dell’1,63%. A 26.177,76 punti, troviamo l’accoppiata formata da Cnh Industrial e Stellantis (-3,93 e -3,62% rispettivamente) e i titoli del comparto energetico (-2,22% di Tenaris e -1,81% per Eni).

Male Telecom Italia ed Enel

Lettera anche sulle banche, con il -2,72% di Banco Bpm, il -2,45% di Bper Banca ed il -0,96% di UniCredit. Decise vendite anche su Banca Monte dei Paschi di Siena (-2,83%) che, nel piano strategico al 2026, prevede una ricapitalizzazione da 2,5 miliardi da realizzarsi nel 2022. Male anche Telecom. Le dimissioni di Luigi Gubitosi dal Consiglio di amministrazione hanno fatto perdere a Telecom Italia l’1,68%. Andamento simile per Enel (-1,38%) mentre Terna ha chiuso sopra la parità (+0,26%). Dopo il crollo a due cifre realizzato venerdì, Diasorin ha segnato un +1,07%. A seguito della presentazione del nuovo piano industriale, gli analisti di Mediobanca (-3,46%) hanno ridotto la valutazione da “outperform” a “neutral”. Parità Amplifon (+0,05%) mentre Recordati ha terminato la prima seduta dell’ottava con un -0,47%. Incremento di poco meno di un punto percentuale per lo spread, salito a 130 punti base.

Partenza in calo per le Borse europee

Avvio in forte calo anche per le altre Borse europee. Che, complice la chiusura in rosso dei listini asiatici, fanno i conti con i nuovi timori legati alla variante Omicron. Chiusa con il segno meno la settimana delle banche centrali e delle ‘quattro streghe’, la scadenza di opzioni e future su indici e azioni, la prima seduta della settimana prosegue in ribasso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *