Dichiarato morto, si risveglia in obitorio. I medici: “E’ un miracolo”. L’incredibile storia di un indiano

lunedì 22 Novembre 18:44 - di Leo Malaspina

Un uomo dichiarato morto dopo un incidente stradale in India è stato trovato vivo ma in condizioni critiche, dopo una notte trascorsa in una cella frigorifera di un ospedale. Lo rivela Paris Match. Srikesh Kumar, 45 anni, è stato portato d’urgenza in una clinica privata dopo essere stato investito da una moto a Moradabad, a est di Nuova Delhi.

Dichiarato morto dopo un incidente, si risveglia all’obitorio

Dichiarato morto da un medico al suo arrivo in clinica, venerdì è stato poi portato in un ospedale pubblico per l’autopsia. “Il medico del pronto soccorso lo ha visitato. Non ha trovato alcun segno di vita e quindi lo ha dichiarato morto“, ha detto il direttore medico dell’ospedale Rajendra Kumar. Il corpo è stato poi posto in una cella frigorifera fino all’arrivo della famiglia, sei ore dopo.

“Quando una squadra di polizia e la sua famiglia sono venute per avviare le procedure amministrative per l’autopsia, è stato trovato vivo”, ha aggiunto. L’uomo è ancora in coma. “Non è altro che un miracolo“, ha commentato il direttore dell’ospedale. È in corso un’indagine per comprendere come sia stato possibile errore diagnostico. Un analogo episodio era stato registrato in Sudafrica.

I medici: “Non c’era alcun segno di vita”

Kumar era stato ricoverato in medicina d’urgenza presso una clinica privata. “Il medico lo ha esaminato e, non riscontrando alcun segno di vita, ne ha constatato il decesso”, ha detto il direttore sanitario dell’ospedale Rajendra Kumar. Il cadavere è stato quindi messo in una cella frigorifera in attesa dei familiari, che sono arrivati sei ore dopo. “Quando la polizia e i parenti sono giunti per disporre i documenti in merito all’autopsia, hanno scoperto che era ancora vivo”, ha proseguito. Il giovane è in coma ma potrebbe salvarsi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *