Covid, sale la tensione: la variante Omicron è arrivata in Italia. Primo caso: un campano

sabato 27 Novembre 20:00 - di Mia Fenice
Covid

Sono 12.877 i nuovi casi di Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore, stabili rispetto ai 13.686 di ieri. I morti segnalati nell’ultima giornata sono invece 90. È quanto emerge dal bollettino diffuso dal ministero della Salute. Il totale delle infezioni nel nostro Paese dall’inizio della pandemia sale così a 4.994.891 mentre i decessi totali dall’inizio dell’emergenza Covid in Italia sono 133.627.

Covid, il tasso di positività è al 2,15%

Sono stati effettuati 596.898 tamponi, per un tasso di positività che si attesta al 2,15%. I pazienti attualmente in terapia intensiva sono 624 (+18 da ieri), mentre quelli ricoverati con sintomi sono 4.826 (+78 nelle ultime 24 ore). Sono infine 6.451 i guariti da ieri, dato che porta il totale a 4.682.318 da inizio pandemia. La regione con più casi è la Lombardia.

Preoccupazione per la variante Omicron

Grande preoccupazione per la nuova variante Omicron. L’Europa corre ai ripari, mentre il Sudafrica accusa i governi che hanno chiuso le frontiere di aver emarginato il Paese che per primo ha individuato la nuova variante. Dopo il Belgio ci sono i primi due casi in Inghilterra. Il primo ministro britannico, Boris Johnson, nel corso di una conferenza stampa a Downing Street ha dichiarato che la variante Omicron “si diffonde molto rapidamente” e può anche “diffondersi tra le persone che hanno due dosi” di vaccino contro il Covid. “Non sappiamo quanto i nostri vaccini siano efficaci” contro la variante emergente Omicron, «ma abbiamo buone ragioni (per pensare, ndr) che forniranno una certa protezione». Sono stati confermati anche in Germania a Monaco di Baviera i primi due casi della nuova variante Omicron. Lo ha annunciato il ministro della Sanità bavarese, Klaus Holetschek (Csu), precisando che i due viaggiatori sono arrivati ​​il ​​24 novembre su un volo dal Sudafrica.

Covid, variante Omicron anche in Italia

Identificata la prima sequenza riconducibile alla variante Omicron di Sars- Cov – 2 in Italia. Ne dà notizia, in una nota, l’Istituto Superiore di Sanità.

«Nell’ambito delle attività di sequenziamento genomico Sars-Cov-2 della rete coordinata dall’Iss – si legge nella nota Iss – è stata identificata una sequenza nella piattaforma ICoGen riconducibile a quella nota ora come variante of concern (Voc) e definita ieri da Oms come “Omicron”». Il campione «è in fase di ulteriore conferma per avere l’assegnazione definitiva» di B.1.1.529.

La nota dell’Iss

«La possibilità di identificare rapidamente la nuova sequenza e di dare inizio immediatamente alle attività di contact tracing – spiega la nota dell’Iss – è stata ottenuta grazie alla presenza di alert sulla piattaforma Icogen che hanno riconosciuto immediatamente la presenza di alcune mutazioni chiave dimostrando l’efficienza della rete italiana di sequenziamento e grazie all’operato rapido e efficiente del laboratorio della Asst fbf – Sacco».

IL cittadino campano era proveniente dal Mozambico

La sequenza riconducibile alla variante Omicron è stata individuata in un paziente residente in Campania. Il genoma è stato sequenziato presso il Laboratorio di Microbiologia Clinica, Virologia e Diagnostica delle Bioemergenze dell’Ospedale Sacco di Milano da un campione positivo del soggetto, proveniente dal Mozambico.  Il paziente e i suoi contatti familiari sono in buone condizioni di salute.

«Le inchieste epidemiologiche sono state svolte da Ats Milano e dalla Asl di competenza della Regione Campania. Sono già stati programmati i sequenziamenti sui campioni dei contatti familiari del paziente risultati positivi e residenti nella regione Campania, i cui laboratori sono stati allertati e stanno già lavorando per ottenere in tempi brevi i risultati genomici. Al momento non sono stati identificati contatti positivi in Lombardia».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *