Case occupate, giornalista aggredita dagli abusivi stranieri. Meloni: «Subito una nuova legge» (video)

mercoledì 17 Novembre 8:27 - di Natalia Delfino
case occupate

Aggredita per aver cercato di intervistare gli occupanti abusivi della casa di un privato cittadino. È successo a Olbia alla giornalista di Fuori dal Coro, Costanza Tosi, impegnata in un’inchiesta sul tema. Il fenomeno delle case occupate, o meglio “rubate”, è al centro dei focus di Mario Giordano ed è tornato con forza all’attenzione dell’opinione pubblica dopo la vicenda di Ennio, l’86enne romano al quale alcune rom hanno occupato la casa mentre era fuori per accertamenti medici e che solo dopo quasi un mese  è riuscito a rientrarne in possesso, trovandola devastata.

La solidarietà di Meloni alla giornalista di Fuori dal Coro

«Un abbraccio alla giornalista Costanza Tosi di “Fuori dal Coro”, sicuri che questa violenza non fermerà lei e la trasmissione guidata da Mario Giordano dal grande lavoro di denuncia contro le occupazioni abusive in Italia. Siamo con voi», ha scritto la leader di FdI, Giorgia Meloni su Facebook.

«Serve una nuova legge: lo Stato deve agire subito»

Meloni è stata anche ospite della trasmissione di Giordano su Rete 4, dove ha ribadito quello che FdI da sempre sostiene rispetto a questo tipo di occupazioni. «Secondo me va approvata una norma, fosse anche in questo caso per decreto, che sulle sanzioni e sui tempi dia delle risposte completamente diverse». «Le sanzioni – ha avvertito Meloni – vanno inasprite per dare un segnale molto chiaro a chi pensa di poter occupare casa di qualcun altro, mentre va a fare la spesa. Poi la reazione dello Stato deve essere immediata, non possono passare settimane prima che lo Stato intervenga e in alcuni casi non interviene proprio».

La campagna sulle case occupate, a tutela della proprietà

Mario Giordano da tempo conduce a Fuori dal Coro una battaglia per sollecitare una legge contro le occupazioni abusive di case in base alla quale «chi risulta legittimo proprietario di una casa deve poterne entrare in possesso in qualsiasi momento a meno che nella casa non ci sia un inquilino con regolare contratto d’affitto e con tutte le rate debitamente pagate».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *