Napoli il terzo mondo d’Europa? Servillo strapazza Le Figaro: «La amo, non potrei vivere altrove»

martedì 16 Novembre 18:36 - di Redazione

“Napoli è il terzo mondo d’Europa”. Le Figaro, mai troppo tenero con l’Italia, questa volta va alla demolizione della città partenopea con un profluvio di luoghi comuni per la serie Italia spaghetti e mandolino. Lo sprezzante giudizio del quotidiano francese è il perno di un ampio servizio dedicato a Napoli dalla giornalista Valèrie Segond. L’inviata scatta la sua fotografia impietosa  in occasione delle scorse amministrative di ottobre. Corruzione, degrado, debiti, camorra sono le parole chiave dell’articolo. “Una città fatiscente e soffocata dai suoi debiti, in attesa del suo salvatore»”, scrive la giornalista. Che, neanche a dirlo, nel big match per l’elezione a sindaco scommette sulla vittoria del candidato dell’asse Pd-5Stelle Gaetano Manfredi, poi eletto. È appunto lui il Messia che Napoli aspetterebbe.

Le Figaro: Napoli è il terzo mondo d’Europa

Il servizio de le Figaro fa infuriare Toni Servillo che approfitta della presentazione napoletana del film di Paolo Sorrentino (È stata la mano di Dio) per tirare le orecchie al quotidiano d’Oltralpe. “Parto da una constatazione: tra settembre e dicembre io ho tre film in sala di tre grandi autori campani (‘Qui rido io’ di Mario Martone, ‘Ariaferma’ di Leonardo Di Costanzo e ‘E’ stata la mano di Dio’ di Paolo Sorrentino) Quindi mi sembra che il bilancio di questa città sia molto buono”, dice l’attore e regista. “Non solo amandola profondamente, ma anche ritenendomi in debito costante nei confronti di quella eredità che ci consegna soprattutto nelle arti, fa sì che uno si augura per questa città sempre il meglio. Io non saprei vivere in nessun’altra parte del mondo. Amo, quindi, profondamente questo terzo mondo”.

Sollecitato dai cronisti, anche il regista premio Oscar commenta. E la pensa esattamente come Servillo. «Misi Toni e gli altri della band in una decappottabile molto piccola”, racconta Sorrentino, “erano in 5. Un ragazzo mi fece la stessa domanda e disse: in più nel senso che state stritt stritt dentro la macchina? E dunque: Mi pare che Napoli si difenda benissimo da sola”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *