Terrore a Firenze, marocchino spunta dal nulla e aggredisce a colpi di ascia una coppia in auto

mercoledì 27 Ottobre 13:36 - di Martino Della Costa
marocchino con ascia

Una coppia di ventenni era in auto, su una strada poco trafficata che costeggia il fiume Arno, quando uno sconosciuto, un immigrato marocchino di 25 anni, si è scagliato brandendo un’ascia contro la vettura. Una furia improvvisa e immotivata, quella che il giovane straniero ha scatenato contro i due malcapitati, impietriti dal terrore che si rinnovava a ogni colpo inferto senza alcun motivo. Interminabili istanti di panico che, miracolosamente, non hanno avuto conseguenze fisiche sui due ragazzi. Che, comunque, hanno pagato caro la violenza di quell’aggressione, costata loro, oltre allo choc, ben 3000 euro di riparazione della macchina

Firenze, marocchino 25enne aggredisce a colpi d’ascia una coppia in macchina

Per fortuna, allora, nonostante la ferocia dell’agguato estemporaneo del marocchino, i due giovani sono rimasti miracolosamente illesi. Cosa di cui in realtà avevano cominciato a disperare dopo averlo visto sbucare dal nulla, in sella a una bicicletta, e armato di ascia. Come anticipato, infatti, i due sono riusciti ad allontanarsi ma non prima che la furia dello straniero si placasse. E non senza che la loro autovettura ne facesse le spese. La coppia, ancora sconvolta per quanto appena accaduto, si è immediatamente precipitata a sporgere denuncia alla Questura in via Zara. A quel punto gli investigatori della Digos fiorentina sono entrati subito in scena, ricostruendo minuziosamente tutti gli spostamenti del responsabile del gesto sconsiderato.

Giovani miracolosamente illesi, auto distrutta: scattano le indagini della Digos

Così, hanno passato al setaccio ogni immagine della videosorveglianza cittadina della zona. Analizzando anche le fasi antecedenti all’aggressione nel parcheggio di via dell’Isolotto. E guarda caso, dalla visione di quei filmati sono spuntate altre “sorprese”, legate ai minuti che precedono l’aggressione a colpi d’ascia alla sventurata coppia. I video antecedenti il violento episodio scatenato dal marocchino, forniscono agli inquirenti inquietanti retroscena. Che vedono protagonista sempre lo stesso uomo, alle prese, appena poco prima, con un’altra anomala, quanto ingiustificata aggressione. Stavolta nei confronti di un gruppetto di ragazzi che stava attraversando la passerella pedonale sotto il viadotto del Ponte all’Indiano.

Negli istanti prima le telecamere riprendono il marocchino alle prese con altre “aggressioni”

In quella circostanza i video riprendono il marocchino che, appoggiato alla ringhiera della passerella pedonale, sferra inizialmente un calcio in direzione di uno scooter che gli passa accanto. Poco dopo, sempre la stessa persona, aggredisce un gruppetto di giovani prendendoli letteralmente a sassate. Poi, rimontato in sella alla bici, l’uomo riparte alla volta dell’auto parcheggiata, con a bordo i due ragazzi aggrediti a colpi d’ascia. Un soggetto pericoloso, che gli uomini della Digos sono riusciti e intercettare e bloccare tempestivamente, grazie a una serrata attività investigativa. Che si è conclusa con l’ausilio degli agenti della Polizia di Stato di Firenze che hanno rintracciato e sottoposto a fermo di indiziato con l’accusa di tentato omicidio il marocchino 25enne, indagato anche per porto di oggetti atti ad offendere e danneggiamento aggravato. L’uomo, dopo la convalida del suo fermo della polizia giudiziaria, per ora resta in carcere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *