Provenzano, la solidarietà del centrodestra a FdI. Salvini: «Il vicesegretario Pd eviti di dire idiozie»

lunedì 11 Ottobre 17:50 - di Redazione
salvini provenzano

Non solo FdI. Tutto il centrodestra si schiera contro le parole del vicesegretario Pd, Giuseppe Provenzano, secondo il quale Giorgia Meloni si porrebbe «fuori dall’arco democratico e repubblicano». «Il vice-segretario del Pd taccia ed eviti di dire idiozie, non è certo lui che può dare patenti di “democrazia” a nessuno. Fascismo e comunismo per fortuna sono stati sconfitti dalla Storia, e non ritorneranno», ha avvertito Matteo Salvini.

Salvini a Provenzano: «Eviti di dire idiozie»

Provenzano, ha proseguito Salvini, «chieda piuttosto al suo ministro, l’inadeguata Lamorgese, come è stato possibile che poche decine di violenti, che non potevano nemmeno essere in piazza, abbiano aggredito e assaltato impunemente».

FI: «Perché Provenzano pensa di poter dare patenti di democrazia?»

Anche Forza Italia ha stigmatizzato. Il deputato Andrea Ruggieri si è chiesto «chi ha insignito Provenzano della facoltà di decretare chi sia accettato e chi no nell’arco democratico?». «Da liberale, e non da nipotino di Stalin né del Duce, chiedo – ha proseguito – di non oltraggiare il senso del ridicolo, e di occuparci con maggiore umiltà e concretezza di lavoro e crescita per l’Italia reale, non di letteratura. Per quella ci sono i convegni».

Biancofiore: «Idea folle, che dà il polso del senso di democrazia del Pd»

«Ipotizzare addirittura che la Meloni e quindi il 20 % degli italiani che la votano, sia da porre fuori l’arco repubblicano è folle e dà il polso del senso di democrazia di Letta e seguaci, e di quanta poca fiducia egli abbia nelle istituzioni italiane. Che pur ha guidato», ha detto poi, parlando con Il Tempo, la parlamentare di Coraggio Italia, Michaela Biancofiore, sottolineando che nel Pd «stanno pericolosamente radicalizzando lo scontro politico, volendo trascinare Giorgia Meloni e Matteo Salvini in un revival di rinascita fascista fantasma, con lo sciagurato fine di racimolare qualche voto».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *