Povia: «Il Green pass sta sulle pa…e a tutti, anche ai vaccinati. Sabato in piazza c’era gente normale»

lunedì 11 Ottobre 14:39 - di Agnese Russo
povia

Non ci sta, Povia, alla criminalizzazione della piazza No Green pass tout court e, non avendo mai nascosto la sua contrarietà al certificato verde, ammette: «Ci sarei dovuto essere anche io, ma avevo già dato la parola per essere presente a un altro evento».

Povia: «Il Green pass sta sulle pa…e a tutti»

«In quella manifestazione, sabato a Roma in Piazza del Popolo, c’erano persone normalissime. Famiglie, persone disabili, lavoratori, persone pacifiche e non violente. Vaccinati e non. Perché il Green pass – ha sottolineato il cantante – sta sulle palle a tutti, parliamoci chiaro». «A nessuno piace essere controllato, schedato, quando entra in un ristorante o al cinema», ha aggiunto Povia, che ieri nel Trevigiano ha partecipato a una manifestazione no Green pass. «Ho paura come hanno paura tante altre persone. Nessun pregiudizio, solo libera scelta. Le istituzioni peccano di strafottenza e abuso di potere attraverso Dpcm e poi si dimenticano di informare per bene la popolazione», aveva spiegato il cantautore a Treviso Today qualche giorno fa.

«Sabato c’era gente normale, ci sarei dovuto essere anch’io»

È stato poi all’Adnkronos che ha rivelato che «ci sarei dovuto essere anche io (sabato a Roma, ndr), ma avevo già dato la parola per essere presente ad un altro evento. Dovevo cantare delle canzoni, in cui racconto cosa penso di tutta la situazione». «Alla prossima ci sarò senz’altro», ha aggiunto, spiegando che la prima cosa che avrebbe detto sul palco, se fosse stato presente, sarebbe stata «vediamo ora chi sono i 30, 40 pirla che fanno il casino!».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *