Parma, senzatetto aggredisce il parroco che lo ospita a calci e pugni e lo sfregia in viso col coltello

giovedì 14 Ottobre 19:59 - di Greta Paolucci
sfregia il parroco

Parma, un senzatetto aggredisce il parroco che lo ospita a calci e pugni e lo sfregia in viso con un coltello. Un sacerdote assalito con ferocia e sfregiato con un coltello, da un uomo al quale aveva solo fatto del bene. E fino a quel momento. La brutale aggressione è avvenuta ieri sera, intorno alle 23. Quando il parroco di Santa Maria Annunziata di Fidenza (in provincia di Parma), don Mario, si è rivolto gentilmente al 57enne di origine milanese che ospitava in canonica, per chiedergli di abbassare il volume della musica che stava ascoltando. Un’invito che l’uomo ha preso come un rimprovero. E rigettato con una furia gratuita, giustificabile, solo in parte, nel caso in cui – come appare verosimilmente – l’aggressore fosse sotto effetto dell’alcol al momento del diverbio.

Parma, senzatetto aggredisce il parroco e lo sfregia con un coltello in viso

Fatto sta che, reagendo in maniera decisamente spropositata, l’uomo si è scaraventato contro il sacerdote, infierendo su di lui con calci e pugni. Don Mario, preso alla sprovvista, ha cercato quindi di ripararsi in casa sua, da dove ha subito chiamato i carabinieri. Ma il 57enne, sempre più furioso e deciso a non mollare la presa, si è addirittura armato di coltello da cucina a lama retrattile. Ha sfondato la porta. E ha continuato ad aggredire il sacerdote che, per difendersi, è stato colpito dalla lama: prima alla mano. Poi in pieno volto. Quindi, riuscito a divincolarsi, don Mario è fuggito in strada. Mentre nel frattempo, fortunatamente, è giunta la pattuglia dei carabinieri che l’ha messo in salvo.

Il senzatetto arrestato per tentato omicidio, lesioni gravissime e sfregio permanente del viso

Il sacerdote è stato curato all’ospedale di Vaio Fidenza, dove i medici lo hanno dimesso in mattinata con una prognosi di oltre 40 giorni. Un tempo che, purtroppo, non basterà però a sanare la ferita al volto. Lo sfregio che il suo aggressore ha inferto sul viso del parroco, purtroppo è una ferita che gli lascerà un segno permanente sul viso. Come, ne siamo certi, indelebile sarà il ricordo della ferocia subìta gratuitamente… L’aggressore, nel frattempo, già conosciuto dalle forze dell’ordine, è stato arrestato con le accuse di tentato omicidio, lesioni gravissime e sfregio permanente del viso.

Il commento alla vicenda del sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni

Una prima riflessione a caldo sulla inquietante vicenda di Parma arriva dal sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni che, commentando la ferocia subita dal parroco della chiesa S. Maria Annunziata, nel Parmense, ha dichiarato: «Ha ricevuto ospitalità e aiuto e ha ricambiato aggredendo mortalmente il sacerdote. È giusto che il colpevole paghi e seriamente, per le gravissime lesioni procurate». Un commento che culmina poi in un sentito augurio a «Don Mario – prosegue la Borgonzoni – che è in condizioni gravi, di pronta guarigione. La parrocchia di Santa Maria Annunziata e tutta la comunità di Fidenza lo aspettano a braccia aperte».

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *