Mollicone: «Omosessuali in FdI? Non mi risultano e anche se ci fossero, non sarebbe un problema»

venerdì 29 Ottobre 19:38 - di Fortunata Cerri
Mollicone

«Siamo molto soddisfatti della vittoria ottenuta al Senato sul ddl Zan…». Federico Mollicone, capogruppo di FdI in commissione Cultura della Camera, sottolinea la portata politica della “tagliola” che ha affossato il ddl contro l’omotransfobia a Palazzo Madama. Un voto dove il centrodestra ha dato prova della sua unità, con il partito guidato da Giorgia Meloni, l’unico a essere presente compatto in aula con tutti i suoi ventuno senatori.

Mollicone: «Contrari al ddl Zan»

«Eravamo fermamente contrari» al provvedimento che prende il nome dal deputato Pd, Alessandro Zan, «perché si trattava di una legge liberticida, che creava reati di opinione».

Federico Mollicone prende spunto dal ddl Zan per parlare anche di omosessualità a destra, un tema che non viene considerato un tabù in casa FdI. «Quanto alla presenza di omosessuali in Fratelli d’Italia, non mi risulta, ma anche se ci fossero, non sarebbe certo un problema», assicura all’Adnkronos Mollicone. «Un conto sono i diritti civili e gli orientamenti sessuali delle persone, altro è l’ideologia che è stata fatta su questo tema», dice il responsabile Cultura del partito.

«È una legge liberticida»

Nei giorni scorsi Mollicone aveva scritto un post sulla sua pagina Facebook dopo lo stop del ddl Zan. «È una vittoria di FdI e del buon senso, è una legge liberticida. Non serve a combattere le discriminazioni ma a punire con nuovi reati d’opinione chi non piega la testa al pensiero unico». E poi ancora: «Per FdI non è mai stata posta in discussione la libertà di ognuno di vivere la propria sessualità come meglio ritiene. Non è questo il tema della discussione. Il problema è quando lo Stato vuole imporre determinati modelli alla società. Nelle altre Nazioni in cui leggi di questo tipo sono state introdotte abbiamo visto come ad essere perseguitate sono le idee».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *