Giornalista aggredita dai No vax in fila per i test: «Sorci. Se vedo la mia faccia in tv vi rompo il c..o» (video)

giovedì 21 Ottobre 12:49 - di Giulia Melodia
giornalista aggredita dai No vax

Massimo Giletti punta i riflettori sui No vax e manda una sua inviata sul campo a perlustrare il territorio romano. È lei a farne le spese: la malcapitata giornalista finisce in un covo di indefessi e arrabbiati anti-vaccini in coda per il tampone. E che alla vista di telecamere e microfono rompono le fila e si scaraventano con insulti e minacce contro la cronista nell’esercizio delle sue funzioni. Che raccoglie, nonostante improperi, urla e parolacce, un eloquente servizio sul tema…

Giornalista di Giletti aggredita dai No vax

Ben due minuti di servizio carichi di tensione che testimoniano quanto e come, ora che il Green Pass è obbligatorio sul posto di lavoro, la furia dei No Vax sia arrivata alle stelle. E non solo tra gli agguerriti militanti in prima linea, ma tra la gente comune. Quella che la giornalista di Giletti intercetta in strada. All’esterno di una farmacia che esegue i tamponi. Casalinghe, giovani coppie, nonni in disarmo alle prese con l’adempimento alla misura del governo, che ha disposto test di controllo settimanali per i lavoratori non vaccinati.

Il servizio parte in sordina…

In realtà l’inizio del servizio è soft. La giornalista ironizza anche con le prime persone che intercetta fuori da un gazebo. C’è un padre, vaccinato, in attesa di fare il tampone perché in classe del figlio si è verificato un cluster. C’è un signore anziano, che aspetta composto il suo turno per il test e che stuzzicato dalla giornalista che gli chiede un suggerimento sulle domande da rivolgere a un No vax, commenta: «Io penso che qualcuno non si vaccina per moda. Altri perché sono proprio deficienti»… Insomma, l’inviata di Giletti fatica sulle prime a trovare un detrattore del vaccino ostile alla certificazione verde che si palesi apertamente e esprima sinceramente tutto il suo dissenso. Ma quando lo trova…

Poi esplode la rabbia dei No vax in fila per i tamponi

La caccia al No vax per Non è l’Arena continua. La coda, intanto, si fa via via più lunga. E gli animi decisamente più esacerbati. Così, quando in mezzo ad altri romani in fila, arriva la giornalista con le telecamere e i microfoni, la rabbia esplode. In un crescendo che non ammette limiti di buon gusto e buon senso. «Noi siamo qui perché il vaccino non lo vogliamo fare», ammette sinceramente qualcuno. Che poi prosegue: «Purtroppo siamo costretti a questa pagliacciata del Green pass per andare a lavorare. Solo perché ci serve lo stipendio».

Scattano insulti e minacce: giornalista aggredita dai No vax in coda

Un diritto al lavoro che ora si declina ai provvedimenti anti-contagio del governo che, a domanda risponde l’intervistato non vaccinato di turno, conti alla mano costa: «C’è un pacchetto: 24 euro a settimana per tre tamponi ogni 7 giorni». E qualche rinuncia: «Non ceniamo fuori. Niente pizza e birra. Facciamo la spesa e mangiamo in casa», confida una coppia. A quel punto la folla No vax comincia a rumoreggiare. Una signora in coda esce dalla fila e attacca frontalmente la giornalista. «Chi siete voi? La buona informazione? Quelli che riprendono la gente disperata che deve pagare il pizzo per lavorare?»…

«Siete tre sorci… ci sarebbe da mettervi le mani addosso»

E in un crescendo di malumore e aggressività, la signora arriva a esplodere del tutto. E sbotta: «Lo voglio vedere questo servizio. Se va in tv la mia faccia vi rompo il c*** perché ho il video, ok?». La cronista, assalita virtualmente alla giugulare replica educatamente: «Potete usare anche un linguaggio più moderato». La contro-risposta della No vax, però, non è altrettanto misurata: «Ma quale linguaggio moderato… Venduti! Me***e!». E a questo punto che si inserisce un altro uomo in coda, che prende la parola e aggiunge: «Siete tre sorci – insulta indicando la troupe che riprende –. Con sta faccia da c***o che ridi, ci sarebbe da mettervi le mani addosso». Per fortuna, però, non si arriva a tanto. Anche se ci si è andati molto vicini…

Guarda il video andato in onda su La7

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *