Gianni Alemanno: «Gli attacchi di Letta sono soltanto mistificazioni indegne di un leader»

mercoledì 6 Ottobre 20:34 - di Redazione
alemanno
«Enrico Letta deve essere veramente senza argomentazioni nel sostenere Gualtieri, se in questo ballottaggio si affida a mistificazioni indegne di un leader». Lo afferma Gianni Alemanno. «Cosa vuol dire “se vince Michetti torna il mondo di Alemanno”? Innanzitutto io non ho nessuna tessera di partito in tasca, ma sono solo un libero cittadino reduce da una terribile persecuzione giudiziaria finita nel nulla. E che solo per questo dovrebbe avere un minimo di rispetto da parte delle persone civili. Apprezzo Michetti e lo sostengo ma non ho nessun rapporto strutturale con lui».

Alemanno, dura replica a Letta

«In secondo luogo», continua Alemanno, «la nostra amministrazione non è stata certo peggiore di quelle della Raggi e delle tante amministrazioni di sinistra che hanno dominato questa città per oltre 30 anni. Basta guardare le rilevazioni scientifiche di una agenzia pubblica come la Acos (Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali)». La lettura dei dati è chiara, «Si constata quello che tutti sanno. Durante la nostra amministrazione la qualità della vita dei romani era migliore degli anni della Raggi, di Marino e dell’ultimo Veltroni. Infine se vogliamo rivangare le storie del passato, ricordiamo quella che è stata l’eredità delle giunte di sinistra che io ho ricevuto nel 2008».

Quei 13 miliardi e mezzo di “debiti storici”

Un’eredità pesante: «13 miliardi e mezzo di “debiti storici” del Comune di Roma e una serie di operazioni di finanza derivata osservate anche dalla Corte dei Conti». E questo, «solo per parlare delle cose più eclatanti. Forse i romani invece che queste polemiche da quattro soldi, si aspettano uno straccio di progetto per questa città che ha ritardi strutturali che non possono certo essere attribuiti a 5 anni di centrodestra o di Raggi, ma a 30 anni di governo della sinistra. Con l’unica eccezione di Luigi Petroselli che andrò ad onorare insieme agli altri ex-sindaci alla conferenza organizzata al Tempio di Adriano».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *