Fratoianni alla Meloni: c’è il tuo sì per sciogliere Forza Nuova? Ma FN si era già sciolta un anno fa…

domenica 10 Ottobre 19:01 - di Redazione
Forza Nuova

Tutti invocano lo scioglimento di Forza Nuova, da Letta a Conte, da Landini a Fratoianni. Quest’ultimo, segretario di Sinistra Italiana, sul punto chiama in causa Giorgia Meloni: “Attendo ora il suo voto in aula per il sì allo scioglimento di Forza Nuova”.

Emanuele Fiano, annunciando la mozione del Pd per chiedere al governo lo scioglimento di FN, domanda anche a Fratelli d’Italia di sostenere la richiesta.

Ma il governo – è la replica di Francesco Lollobrigida –  “se ricorrono gli elementi previsti dalle norme, può già procedere allo scioglimento di un’organizzazione a meno che il collega del Pd non ritenga Draghi e l’esecutivo incapaci di fare rapidamente il proprio mestiere, non servono particolari aiuti”.

L’agitazione della sinistra non sembra tenere conto che proprio Forza Nuova un anno fa, nel dicembre 2020, aveva annunciato l’autoscioglimento per confluire nella formazione Italia Libera di Carlo Taormina, l’avvocato di Cogne.
Era stato proprio Roberto Fiore a spiegare l’iniziativa, con a fianco lo stesso Taormina, nel suo studio in Prati.“Forza nuova viene da un periodo di grande attività – aveva spiegato Fiore – E’ stata protagonista della lotta contro la dittatura sanitaria. Con azioni eclatanti, incisive e nelle ultime settimane con la protesta in tutta Italia, da Catanzaro a Palermo, da Verona, Napoli e Roma. E’ l’unica formazione che ha messo in luce lo spostamento del paradigma politico da gennaio 2020, quando al centro della discussione c’erano ancora le politiche sull’immigrazione, a febbraio 2020, quando è iniziata una nuova situazione paragonabile forse solo a quella della resistenza in guerra – spiega Fiore – che richiede che tutte le forze si coalizzino contro la dittatura sanitaria”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *