Covid, sale la curva del contagio. Tasso di positività all’1,1%. Parola d’ordine: accelerare sulla terza dose

lunedì 25 Ottobre 18:25 - di Redazione

Salve la curva dell’epidemia da covid. Sono 2.535 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in Italia su 222.385 i tamponi processati nelle ultime 24 ore tra molecolari e antigenici. Che fanno rilevare un tasso positività pari all’1,1%. Trenta invece le vittime in più rispetto a ieri. È quanto emerge dai dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute sull’andamento del contagio. Che registra anche un boom di ricoveri (più 106) nei reparti ordinari.

Covid, tasso di positività all’1,1%

In totale dall’inizio dell’emergenza sono state contagiate 4.743.720 persone mentre le vittime sono 131.856. Ad oggi sono 4.537.210 i guariti, 2.626 nelle ultime 24 ore, mentre gli attualmente positivi in Italia sono 74.654, 121 in meno di ieri. La Regione con il più alto numero di casi è la Sicilia con 443 casi. Seguono il Lazio e l’Emilia Romagna.

Sul fronte dei vaccini il governo continua la sua politica di incentivazione con l’obbligo del green pass. Stando all’ultimo aggiornamento del report del Ministero della salute  in Italia sono 88.748.661 le dosi di vaccino anti covid somministrate finora. Oltre 44 milioni le persone  che hanno completato il ciclo vaccinali, pari all’82,17% della popolazione over 12. Inoltre 819.427 persone hanno ricevuto anche la terza dose.

Nessun ostacolo alla terza dose per  i sanitari

Rientrato in parte l’allarme terza dose per gli operatori sanitari. “Non abbiamo i dati, perché il Paese vive una situazione paradossale con tanti piccoli sistemi sanitari regionali che vanno a velocità diverse. Ma ad oggi non ci risultato segnalazioni di preclusioni o ostacoli nel fare la terza dose. Pur avendo lasciato libertà di farla”. Parola di Filippo Anelli, presidente degli Ordini dei medici. “L’aumento dei casi tra gli operatori ci ha lasciati un po’ perplessi – osserva Anelli – perché la campagna vaccinale sta comunque procedendo bene. Forse è ancora un po’ presto per tirare le somme sul richiamo con la terza dose”.

Moderna: sperimentazione positiva negli under 12

Intanto Moderna anticipa i primi dati studio della sperimentazione del vaccino per gli under 12.  Nei bambini da 6 a 11 anni il vaccino anti-Covid di Moderna “mostra una robusta risposta immunitaria.  E un profilo di sicurezza favorevole”. Così un comunicato dell’azienda Usa. Che spiega che nel trial sono state valutate due dosi da 50 microgrammi del vaccino mRna-1273. Queste sono state “generalmente ben tollerate e hanno mostrato titoli di anticorpi neutralizzanti robusti“.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *