Cosenza, esalazioni tossiche da una vasca di mosto: 4 morti e una donna ricoverata per asfissia

sabato 2 Ottobre 15:22 - di Mia Fenice
mosto

Tragedia in provincia di Cosenza. Quattro morti in contrada Carusi, a Paola, a causa delle esalazioni provocate da una vasca contenente mosto. Le vittime sarebbero due anziani di 70 anni, un 50enne e un 46enne. Le quattro persone sarebbero cadute in una vasca di mosto mentre erano impegnate nella vendemmia. Ci sono anche due feriti gravi.  Sul posto, oltre ai vigili del fuoco e ai carabinieri, anche i medici del 118 e due elisoccorso.  Attesa anche una squadra Nbcr per capire il tipo di sostante tossiche sprigionate dalla vasca.

Cosenza, quattro morti per esalazioni da mosto

Le quattro persone rimaste vittime delle esalazioni di mosto sono Santino e Massimo Carnevale, padre e figlio di 70 e 40 anni, e i due fratelli Valerio e Giacomo Scofano, rispettivamente 50 e 70 anni, cognati di Santino Carnevale. Secondo quanto si apprende, uno dei fratelli si sarebbe sentito male a causa delle esalazioni, e gli altri tre sarebbero intervenuti per soccorrerlo, ma le esalazioni non hanno lasciato scampo nemmeno a loro. La tragedia si sarebbe verificata all’interno di un magazzino durante la preparazione del vino. I vigili del fuoco avrebbero trovato tre delle vittime nella vasca di fermentazione e la quarta poco distante. Sul luogo della tragedia anche il sindaco di Paola, Roberto Perrotta. Altre due persone sono state ritrovate incoscienti e trasportate urgentemente in ospedale: una donna è stata ricoverata con segni di asfissia.

Muore per le esalazioni da mosto, il precedente

Due anni fa proprio in questo periodo era accaduto un fatto analogo. Una donna era morta in Piemonte, cadendo all’interno di un tino pieno di mosto d’uva nella cantina della strauttura. Il dramma era avvenuto in una cantina di proprietà della vittima.

Incidente sul lavoro

Un’altra tragedia sul luogo di lavoro. Non si ferma la lunga scia di sangue nel Milanese. Dopo la morte di due operai a Pieve Emanuele, un nuovo lutto. Come riporta ilgiorno.it, a Opera, un operaio di 40 anni è morto dopo essere precipitato da un’altezza di circa dieci metri. Il muratore è morto dopo essere caduto dal tetto di un capannone.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *