Nonno Biden mette i migranti a Guantanamo, ma siccome non è Trump nessuno si scandalizza

giovedì 23 Settembre 12:29 - di Redazione

La base navale americana a Guantanamo, tristemente famosa per il campo di detenzione realizzato dopo l’11 settembre, ospiterà nuovo un centro di detenzione migranti.

Il bando di appalto per fare di Guantanamo un centro per i migranti

L’amministrazione Biden ha infatti pubblicato un bando di appalto, rivela Nbc News, per un centro in grado di ospitare in pianta stabile fino a 120 persone, ma in grado in caso di necessità “di erigere strutture temporanee per ospitare fino a 400 migranti“.

Inoltre nel bando, si chiede di assumere dipendenti che parlano spagnolo e creolo haitiano. La notizia del progetto di ristrutturazione alla base di Guantanamo arriva infatti mentre l’amministrazione democratica sta fronteggiando un’ondata straordinaria di arrivi di migranti haitiani – al confine con il Texas. L’amministrazione Biden ha iniziato le operazioni di respingimento. E ha provocato le critiche e le proteste delle associazioni per i diritti umani.

Se ci fosse stato ancora Trump alla Casa Bianca

Se ci fosse stato ancora Donald Trump alla casa Bianca la notizia avrebbe avuto un clamore mondiale. Ma per Biden non funziona così. Un portavoce del dipartimento della Sicurezza Interna ha però affermato che nessuno delle migliaia di haitiani arrivati negli ultimi giorni in Texas soggiornerà a Guantanamo.

Il portavoce inoltre ha ricordato a The Hill che il Migrant Operations Center è stato istituito “da decenni” nella base navale a Cuba. Con lo scopo di “registrare i migranti raccolti in mare”. E che il bando di appalto è solo per “una normale, ristrutturazione di routine”. La quale non avrebbe nulla a che vedere con quello che succede sul confine”.

La base militare già usata in passato per ospitare i migranti

Prima che Guantanamo diventasse famigerata nel mondo come la prigione dove gli Usa hanno chiuso per decenni sospetti terroristi senza processo ed incriminazioni, la base militare è stata usata per ospitare richiedenti asilo provenienti da Haiti. Compresi circa 12mila migranti durante la presidenza di George Bush sr.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *