Set 05 2021

Valter Delle Donne @ 13:06

Fermato a Fiumicino il tabaccaio che ha rubato il Gratta e Vinci da 500mila euro: era diretto alle Canarie

Era diretto alla Canarie, il tabaccaio che a Napoli ha rubato a una anziana un Gratta e vinci da mezzo milione di euro. L’uomo stava provando a lasciare l’Italia. La Polizia di frontiera lo ha fermato agli imbarchi di Fiumicino, in seguito all’alert diramato dai carabinieri in tutto il territorio europeo.

L’uomo, un 57enne incensurato, era in possesso di un biglietto per Fuerteventura ma non del tagliando vincente. I carabinieri, subito contattati, lo hanno identificato e denunciato per furto, in stato di libertà.

La signora napoletana aveva giocato due gratta e vinci, in una tabaccheria del rione Materdei. il primo andato a vuoto, il secondo invece risultato vincente, per un importo di 500mila euro. Quando la donna ha visto la vincita non poteva crederci, così ha chiesto all’addetto al bancone di verificare e il biglietto è risultato effettivamente vincente.  Alla vista del numero vincente sul gratta e vinci, non credendo ai suoi occhi, ha consegnato il biglietto al tabaccaio per verificare la veridicità del tagliando e dei 500mila euro in premio. L’uomo ha validato la vincita tramite un dispositivo dedicato e per un ulteriore riscontro ha consegnato il tagliando a uno dei titolari che, preso evidentemente dall’euforia, è fuggito con quello in sella al suo scooter. Per il tagliando, nel frattempo, era stato richiesto il blocco.

Il tabaccaio che ha rubato il Gratta e vinci denunciato a piede libero

I carabinieri, subito contattati, lo hanno identificato e denunciato per furto, in stato di libertà. Il tentativo di partenza del tabaccaio per Fuerteventura, isola delle Canarie, è avvenuto nella tarda serata di ieri. A carico dell’uomo – G.S., 57 anni, incensurato – non ci sono misure restrittive, quindi il tabaccaio è libero di recarsi dove vuole e in teoria, dopo la denuncia per furto, potrebbe comunque lasciare il Paese. I carabinieri della compagnia Stella proseguono le indagini sul caso, nonché le ricerche del Gratta e vinci rubato. In seguito a tutta la vicenda l’uomo potrebbe subire la revoca della licenza da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.