Feltri senza freni: “Giorgia Meloni è la migliore, Salvini è confuso, il centrodestra non è compatto”

sabato 18 Settembre 8:15 - di Lucio Meo
Feltri-Meloni

E’ un Vittorio Feltri scatenato e senza peli sulla lingua, quello che al “Fatto Quotidiano” affida oggi la sua analisi politica, che loda la Meloni ma non lesina critiche alla coalizione di centrodestra e perfino al candidato sindaco della coalizione nella quale si è presentato come capolista di Fratelli d’Italia, Luca Bernardo: “Bravo come medico, non all’altezza come politico”, sintetizza il direttore editoriale di “Libero“.

Il giornalista è critico con il centrodestra e con Salvini

Non è tenero, Feltri, neanche con Matteo Salvini, con il quale è in rotta da tempo: “E’ in confusione”. Il centrodestra? “Una coalizione del cazzo”. dice, senza mezze misure, il giornalista, riferendosi all’attuale frantumazione dell’alleanza, per metà al governo con la sinistra e per metà all’opposizione. “Vincerà Sala. È vero che i sondaggi sono una cosa e le urne un’altra, ma diciamo che servono come un termometro per farti capire che aria tira. Ma se FdI battesse la Lega sarebbe clamoroso. Salvini è in difficoltà perché è in stato confusionale. È suonato sia dal suo partito che dai governi: da quello coi 5 Stelle uscì senza mai spiegarci davvero il perché, poi ha perso un po’ di voti ed è rientrato al potere non solo di nuovo col Movimento, ma anche con gli storici avversari del Pd”.

Critiche al leader della Lega anche sul Green pass: “Non si è capito cosa volesse. Crede che nella Lega aspettino le Comunali per silurarlo? No, perché non mi pare ci sia una personalità in grado di sostituirlo. È vero che hanno Zaia, Fedriga e qualche altro, ma nessuno ha uno spessore nazionale così importante. E poi non credo vogliano far fuori Salvini, la Lega da questo punto di vista è un partito molto tradizionale: prima che si muova un mattone ce ne vuole”.

La campagna elettorale di Feltri e le lodi alla Meloni

La campagna elettorale da candidato? “Non sto facendo assolutamente nulla, non sono mai stato un politico e non ho la passione. Io vado per strada, la gente mi saluta, fortunatamente nessuno mi insulta e godo di un certo rispetto”. Giorgia Meloni? “Agli inizi la trovavo persino un po’ stupida, frivola e poco incisiva. E invece è maturata moltissimo, oggi è la migliore. Ha la personalità per fare la leader del centrodestra. Esiste ancora una coalizione? È una coalizione del cazzo, è difficile impastarli. In ogni caso, se andassero alle Politiche uniti e la Meloni prendesse più voti, credo che la sinistra si scatenerebbe con l’argomento dell’antifascismo, anche se lei di fascista non ha niente. E questo sarebbe un ostacolo decisivo alla sua corsa a Palazzo Chigi”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *