Aeronautica Militare: tornano in funzione i motori storici delle grandi imprese degli Anni Trenta

mercoledì 8 Settembre 11:42 - di Emanuele Valci
Aeronautica Militare

Per il centesimo anniversario dell’Aeronautica Militare, la Forza Armata e l’Associazione “Il Magnete” rimetteranno in funzione i motori storici Isotta Fraschini “Asso 750” e Fiat “AS.6”. Cioè quelli protagonisti negli anni Trenta delle grandi imprese aviatorie. Questo permetterà di riportare in efficienza l’importante patrimonio storico aeronautico. Si consentirà così di far riecheggiare il rombo dei motori della crociera atlantica di Italo Balbo del 1933. E del primato mondiale di velocità di Francesco Agello del 1934.

Aeronautica Militare, il centesimo anniversario

«Nel 2023 la Forza Armata celebrerà i suoi primi cento anni di vita con un ampio ventaglio di iniziative». Avranno «grande impatto pubblico e culturale. Intendiamo ricordare il connubio di tecnologia e professionalità. Che sono da sempre alla base della Aeronautica Militare».  Lo afferma il generale di squadra aerea Alberto Rosso. In questo quadro, i motori aeronautici costituiscono un tassello fondamentale nella storia dell’evoluzione del mezzo aereo. L’Asso 750 equipaggiava gli idrovolanti S55X della Crociera del Decennale voluta e guidata da Italo Balbo. L’AS6 era invece montato sull’idrocorsa M72 che pilotato dal maresciallo Francesco Agello superò i 709 km orari. Un record ancora oggi imbattuto.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi