«Vietato criticare la Lamorgese»: da Letta alla Raggi in campo i difensori d’ufficio della “ministra”

mercoledì 11 Agosto 11:31 - di Fortunata Cerri
Lamorgese

Sinistra in soccorso di Luciana Larmorgese. «Salvini, che è uno dei leader dei partiti che sostiene la maggioranza, non deve permettersi di parlare del ministro dell’Interno come ha fatto ieri sera. È insopportabile, non è questo il modo di stare in una maggioranza e stare al governo». Il segretario del Pd, Enrico Letta, ospite alla “Versiliana” scende in campo per difendere la Lamorgese.

La sinistra in campo per difendere Luciana Lamorgese

Ma non è l’unico. Uno dopo l’altro la sinistra e i grillini si mobilitano per la difesa d’ufficio della ministra. «Solidarietà a Luciana Lamorgese per gli attacchi volgari e gratuiti», scrive su Twitter il ministro del Lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando. Che poi aggiunge: «Pieno sostegno ad una ministra seria e capace cui si addebita la mancata soluzione di un problema globale come quello dei migranti che deve essere affrontato con la responsabilità di tutti».

In campo anche Virginia Raggi: «Salvini è sempre all’opposizione, è sempre polemico, quando ha avuto l’opportunità di governare si è fatto cadere da solo».

FdI: «Il perfetto ministro di un governo incapace»

Ma la verità è sotto gli occhi di tutti. Wanda Ferro, vicecapogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei deputati è chiara. «Dai continui sbarchi di immigrati clandestini alla confusione sui controlli per il green pass. Il ministro Lamorgese si rivela giorno dopo giorno, il perfetto ministro dell’Interno di un governo incapace e che opera sempre più nel solco di Giuseppe Conte».

E il deputato di FdI Andrea Delmastro, dal canto suo,  aggiunge: «Imperversano gli sbarchi senza alcun controllo sanitario nel più disarmante silenzio del ministro Lamorgese che in compenso flagella gli italiani con il green pass. Meno male che era il governo dei migliori».

Meloni: «Studi ministro, prima di parlare a vanvera»

Ieri erano arrivate anche le parole critiche di Giorgia Meloni: «Studi ministro Lamorgese, prima di parlare a vanvera». «Qualcuno informi il Ministro dell’Interno – aveva proseguito la Meloni –  che la nostra stessa proposta di blocco navale è stata fatta perfino dalla Commissione europea. Al Consiglio europeo informale di gennaio 2017 di Malta. Ed era contemplata nella missione navale Ue Sophia. La verità è che il governo non ha mai preso in considerazione la possibilità di fermare gli sbarchi e il traffico di esseri umani perché ostaggio della sinistra immigrazionista».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *