La Lamorgese vuole lo Ius soli, Salvini la incenerisce: “Non vaneggiare, pensa a fermare gli sbarchi”

lunedì 9 Agosto 20:22 - di Adriana De Conto
Salvini Lamorgese ius soli

A sinistra sono così, anziché gioire per le 40 medaglie azzurre alle Olimpiadi, il tema caro diventa subito l’uso politico delle vittorie. Ecco pronto, pertanto il rilancio dello Ius soli. Si è inserita la Lamorgese sul tema a cui aveva fatto da apripista il presidente del Coni Malagò. Una forma di ius soli sportivo in Italia già esiste dal 2016. Consente agli atleti stranieri residenti nel nostro Paese da quando avevano meno di 10 anni di tesserarsi nelle federazioni sportive nazionali; come può fare qualsiasi loro coetaneo in possesso di cittadinanza. Ma per Malagò questo non è abbastanza e bisogna velocizzare. La Lamorgese si accoda e Salvini non può che polemizzare.

Lamorgese parla di Ius soli e Salvini si scatena

“Quando vediamo questi ragazzi che hanno portato il nome dell’Italia in giro e hanno dato onore al nostro Paese; quello che il presidente Malagò ha detto è un problema che si pone: perché non dobbiamo ricordarci solo quando vincono,  perché sono ragazzi che sono cresciuti qui in Italia”. Lo ha dichiarato , intervistata dal direttore de La Stampa, Massimo Giannini, sul sito del quotidiano.”La politica dovrà poi fare i suoi riscontri e spero si arrivi a una sintesi delle varie posizioni politiche”.  Replica all’istante il leader della Lega: “Invece di vaneggiare di Ius Soli, visto che con la legge vigente siamo il Paese europeo che negli ultimi anni ha concesso più cittadinanze in assoluto; il ministro dell’Interno dovrebbe controllare chi entra illegalmente in Italia. Ci sono decine di migliaia di sbarchi organizzati dagli scafisti, senza che il Viminale muova un dito”. In effetti, sono giornate drammatiche per gli sbarchi a raffica sulle nostre coste. Stamane la Meloni aveva strigliato il ministro Lamorgese in proposito per la situazione fuori controllo sul fronte immigrazione, ormai da settimane. Tutto il centrodestrea ècompatti sul tema. E gli italiani nei sondaggi bocciano l’operato del Viminale.

Lamorgese replica a Salvini

Per cui lanciarsi in un dibattito sullo ius soli mentre è sotto accusa per l’inerzia con cui sta gestendo la materia di sua più stretta competenza, fa abbastanza arrabbiare.  Nei giorni in cui le coste siciliane subiscono l’ennesima crisi dovuta agli sbarchi di migranti, spendere parole favorevoli allo ius soli significa essere fuoti dalla realtà. Chiamata in causa, la Lamorgese ha replicato su twitter: “Salvini evidentemente non ha ben chiare quelle che sono le difficoltà che stiamo vivendo quotidianamente ma se ci sono iniziative che non abbiamo adottato e lui ci può suggerire per bloccare gli arrivi via mare io li raccolgo volentieri“. Ma sono solo chiacchiere. Di idee ce ne sarebbero tante, in primis, il blocco navale proposto dalla Meloni. Ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *