Feltri a valanga contro la Lamorgese («fa solo ridere») e la Gentili («è una zanzara sullo scroto»)

martedì 10 Agosto 13:54 - di Mia Fenice
Feltri

Vittorio Feltri a valanga. Duro attacco contro il ministro dell’Interno. Su Twitter Feltri ha scritto: «La ministra Lamorgese è talmente incapace che mi fa ridere come una bella barzelletta».

Si è scagliato anche contro Veronica Gentili,  volto di punta Mediaset. Su Rete 4 dopo Stasera Italia, con cui va in onda tutte le sere, la Gentili eccola al timone di Controcorrente, talk-show in prime-time.

Feltri attacca Veronica Gentili

Ieri sera a pochi minuti dalla messa in onda dell’ultima puntata Vittorio Feltri l’ha preso la mira. Lo ha fatto su Twitter: «Veronica Gentili è simpatica come una zanzara tigre sullo scroto». Un tweet che è subito diventato virale in rete. Nessuna replica fino ad ora della diretta interessata. Il tweet è solamente l’ultimo round della bagarre tra il fondatore di Libero e la giornalista.

Veronica Gentili volto Mediaset

La Gentili da settembre, nel palinsesto invernale del Biscione, condurrà anche un nuovo programma su Italia 1, dal titolo Buoni o Cattivi.  Veronica Gentili intervistata nei giorni scorsi dal Giornale ha spiegato: «Sarà una trasmissione di interviste e reportage. Un esperimento. Mi piace molto l’idea di andare a scavare nella storia delle persone».

Il passato anti-berlusconiano

Un passaggio dell’intervista ha riguardato il suo passato anti-berlusconiano. Tanto che c’è chi si stupisce che, dopo le aspre critiche a Silvio Berlusconi, sia stata promossa a conduttrice sulle sue televisioni. «Sono polemiche strumentali. A cui mi sono abituata da tempo», ha risposto Veronica Gentili. Che poi ha puntualizzato: «Le prime volte ci rimani male, poi ci si fa il callo. Sai che succedono perché hai visibilità. Quelle critiche a cui si fa riferimento erano politiche, e non personali, ed erano contestuali a un momento storico preciso e al ruolo che avevo di giovane blogger per il Fatto quotidianoPoi nella vita si evolve, si fanno percorsi lavorativi diversi ma non per questo non si rimane fedeli alle proprie idee. E, comunque, se i vertici Mediaset mi hanno scelta e non si sono posti questi problemi, non vedo perché se li debbano porre altri».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *